26 settembre 2013 / 10:13 / 4 anni fa

Greggio in moderato rialzo dopo recenti forti perdite

LONDRA (Reuters) - I derivati sul greggio guadagnano marginalmente terreno negli scambi europei, nonostante un ridimensionamento dei timori geopolitici e il miglioramento del quadro per quanto riguarda l‘offerta, con gli investitori alla ricerca di buone occasioni d‘acquisto dopo le forti perdite di questo mese.

Intorno alle 11,40 italiane il contratto sul Brent per consegna novembre sale di 36 cent a 108,68 dollari. Il benchmark è in calo del 4,8% da inizio settembre e si avvia a registrare la flessione mensile più pronunciata da aprile.

La scadenza analoga sul futures Usa avanza di 10 cent a quota 102,76.

“Tutto sembra indicare una flessione dei prezzi, ma ogni tanto in situazioni di questo tipo succede il contrario, si chiudono le posizioni corte e si cercano buone occasioni dopo un forte movimento al ribasso”, commenta Carsten Fritsch, analista di Commerzbank a Francoforte.

Ieri il nuovo governo iraniano ha detto di voler avviare i colloqui con le potenze mondiali per risolvere la disputa decennale sul programma nucleare e di sperare in un accordo nel giro di tre-sei mesi. Lo stallo sul nucleare tra Occidente e Iran ha contribuito a sostenere le quotazioni petrolifere per quasi un decennio e anni di sanzioni hanno ridotto le esportazioni di greggio iraniano di oltre un milione di barili al giorno.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below