25 settembre 2013 / 07:37 / tra 4 anni

Borsa Milano poco mossa, cade Telecom, male Intesa, corre Autogrill

MILANO (Reuters) - Piazza Affari archivia attorno alla parità una seduta di transizione, che conferma gli indici sui massimi da oltre due anni.

Traders a lavoro. REUTERS/Lucas Jackson

L‘umore di fondo degli investitori, sottolineano gli operatori, resta positivo come fotografato, spostando i riflettori sull‘obbligazionario, dall‘asta di Ctz e dall‘andamento dello spread.

In chiusura, l‘indice FTSE Mib ha guadagnato lo 0,14%, confermandosi sopra quota 18.000 punti. L‘AllShare è salito dello 0,08%, mentre il MidCap ha perso lo 0,62%.

Volumi per un controvalore di circa 2,55 miliardi di euro.

* A picco TELECOM ITALIA (-4,67%): pesano la prospettiva di un aumento di capitale e il ridimensionamento dell‘appeal speculativo dopo la mossa di Telefonica su Telco.

* In ordine sparso gli azionisti di Telco: MEDIOBANCA -0,37%, GENERALI +0,79% e INTESA SANPAOLO -1,71%.

Per quanto riguarda la banca guidata da Enrico Cucchiani, i trader sono esitanti nel mettere in relazione la flessione con le voci su dissidi tra il Ceo e alcuni azionisti, con qualcuno che ipotizzava ieri addirittura un allontanamento.

* Complessivamente deboli le banche: il paniere è sceso dello 0,09%. Segno più per UNICREDIT (+1,26%), POPOLARE EMILIA ROMAGNA (+0,6%) e UBI (+1,13%). In calo POPOLARE MILANO (-1,89%).

* Discorso a parte per MONTEPASCHI (-0,43%), parzialmente indifferente al rinvio dell‘ok al piano industriale previsto nel Cda di ieri.

* Brillante AUTOGRILL (+3,7%), dopo l‘Investor day di ieri e con alcuni broker che hanno rivisto il target price al rialzo.

* Riscoperte le utilities: A2A +2,58%, ENEL +1,11%.

Nel comparto, HERA (-1,36%) non ha trovato il plauso del mercato al piano industriale al 2017.

* FIAT (+0,41%) e PIRELLI (+2,36%) più toniche del settore automotive europeo (-0,02%).

* Cauta accelerazione nel finale per FINMECCANICA (+0,64%): diverse fonti vicine alla situazione hanno detto che a giorni arriverà un‘offerta di Cdp per Ansaldo Energia.

* Per il resto, male MEDIASET (-1,67%) e GTECH (-1,79%), spunti per BUZZI UNICEM (+1,02%) e STMICROELECTRONICS (+0,93%).

* Tra le mid cap, non si arresta la corsa di MAIRE TECNIMONT (+5,8%) dopo la promozione di Barclays a ‘outperform’ da ‘equal-weight’.

* IMMSI (+3,59%) continua a beneficiare delle manovre su Alitalia.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below