September 25, 2013 / 7:37 AM / in 4 years

Borsa Milano poco mossa, cade Telecom, male Intesa, corre Autogrill

MILANO (Reuters) - Piazza Affari archivia attorno alla parità una seduta di transizione, che conferma gli indici sui massimi da oltre due anni.

L‘umore di fondo degli investitori, sottolineano gli operatori, resta positivo come fotografato, spostando i riflettori sull‘obbligazionario, dall‘asta di Ctz e dall‘andamento dello spread.

In chiusura, l‘indice FTSE Mib ha guadagnato lo 0,14%, confermandosi sopra quota 18.000 punti. L‘AllShare è salito dello 0,08%, mentre il MidCap ha perso lo 0,62%.

Volumi per un controvalore di circa 2,55 miliardi di euro.

* A picco TELECOM ITALIA (-4,67%): pesano la prospettiva di un aumento di capitale e il ridimensionamento dell‘appeal speculativo dopo la mossa di Telefonica su Telco.

* In ordine sparso gli azionisti di Telco: MEDIOBANCA -0,37%, GENERALI +0,79% e INTESA SANPAOLO -1,71%.

Per quanto riguarda la banca guidata da Enrico Cucchiani, i trader sono esitanti nel mettere in relazione la flessione con le voci su dissidi tra il Ceo e alcuni azionisti, con qualcuno che ipotizzava ieri addirittura un allontanamento.

* Complessivamente deboli le banche: il paniere è sceso dello 0,09%. Segno più per UNICREDIT (+1,26%), POPOLARE EMILIA ROMAGNA (+0,6%) e UBI (+1,13%). In calo POPOLARE MILANO (-1,89%).

* Discorso a parte per MONTEPASCHI (-0,43%), parzialmente indifferente al rinvio dell‘ok al piano industriale previsto nel Cda di ieri.

* Brillante AUTOGRILL (+3,7%), dopo l‘Investor day di ieri e con alcuni broker che hanno rivisto il target price al rialzo.

* Riscoperte le utilities: A2A +2,58%, ENEL +1,11%.

Nel comparto, HERA (-1,36%) non ha trovato il plauso del mercato al piano industriale al 2017.

* FIAT (+0,41%) e PIRELLI (+2,36%) più toniche del settore automotive europeo (-0,02%).

* Cauta accelerazione nel finale per FINMECCANICA (+0,64%): diverse fonti vicine alla situazione hanno detto che a giorni arriverà un‘offerta di Cdp per Ansaldo Energia.

* Per il resto, male MEDIASET (-1,67%) e GTECH (-1,79%), spunti per BUZZI UNICEM (+1,02%) e STMICROELECTRONICS (+0,93%).

* Tra le mid cap, non si arresta la corsa di MAIRE TECNIMONT (+5,8%) dopo la promozione di Barclays a ‘outperform’ da ‘equal-weight’.

* IMMSI (+3,59%) continua a beneficiare delle manovre su Alitalia.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below