24 settembre 2013 / 07:32 / tra 4 anni

Borsa Milano chiude in rialzo, bene Telecom, forte Mediobanca

MILANO (Reuters) - Chiusura positiva a Piazza Affari che, dopo una leggera correzione nelle ultime due sedute, riprende il cammino rialzista in un clima di mercato sereno in tutta Europa.

Operatori di borsa a lavoro. REUTERS/Lucas Jackson

La giornata sulla borsa milanese è stata dominata dalla notizia dell‘accordo Telco-Telefonica con i titoli coinvolti nell‘operazione in luce fin dalle prime battute.

“Il tema Telecom è stato quello assolutamente dominante di tutta la seduta”, commenta un trader.

“In generale, l‘indice milanese ha confermato la rottura di importanti livelli tecnici e che considero un segnale importante. Con l‘elezioni tedesche concluse senza grosse sorprese e Wall Street ancora attorno ai massimi, l‘azionario italiano ha ancora spazi di risalita e di chiusura dei gap con altre borse”, continua.

Il FTSE Mib termina a +0,85%, mentre il FTSE All Share avanza dello dello 0,75%. La piazza milanese è la migliore di Europa che vede il FTSEurofirst 300 in rialzo dello 0,16%.

Volumi per 2,2 miliardi di euro circa.

* TELECOM ITALIA chiude con un guadagno dell‘1,69% a 0,60 euro dopo un balzo fino a sfiorare il 5% in avvio, con scambi vorticosi, pari a oltre il 4% del capitale.

Il mercato ha accolto positivamente anche se con cautela, l‘accordo raggiunto nella notte fra i soci italiani di Telco e Telefonica che consente all‘operatore spagnolo di rafforzare la propria partecipazione nella holding di controllo dell‘ex monopolista e ai suoi partner di uscire dall‘investimento.

Tra gli azionisti italiani di Telco, MEDIOBANCA festeggia con un balzo di circa 3,6% la plusvalenza di circa 60 milioni che realizzerà nell‘ambito dell‘operazione, in particolare in seguito al parziale acquisto del prestito soci da parte di Telefonica.

GEENERALI che, nell‘ambito dell‘operazione, svaluterà la quota Telco per 65 milioni, guadagna l‘1,4%.

Più indietro INTESA SANPAOLO, in rialzo dello 0,41%

* Guadagni nel risparmio gestito con AZIMUT a +2,8% dopo che Citigroup ha avviato la copertura con “buy”, insieme a BANCA GENERALI, che sale dell‘1,7%.

* Acquisti sui titolo della galassi FONSAI-UNIPOL in un mercato che attende con serenità gli ultimi passi formali della fusione e torna a concentrarsi sulle prospettive operative del nuovo gruppo. Fonsai, maglia rosa del Ftse Mib, segna un rialzo del 4,4%, Unipol +3,15%, Premafin +5,5% e Milano Assicurazioni +4% circa.

* Tra gli altri spunti positivi FIAT INDUSTRIAL sale del 3,3%, mentre ENEL del 2,5% spinta dalla notizia della cessione di asset in Russia per 1,8 miliardi di dollari.

* Debole invece FIAT (-0,4%) che ha presentato la domanda di ammisione alla quotazione a Wall Street di Chrysler.

* TENARIS cede lo 0,4% sulla scorta della bocciatura a “sell” da parte di Ubs.

*Fuori dal paniere principale IMMSII balza del 7% sulle speculazioni attorno all‘eventuale aumento della quota di Air France in Alitalia.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below