September 16, 2013 / 7:20 AM / 5 years ago

Btp in rialzo, spread in area 265 pb, occhi a Fomc Fed, voto Germania

MILANO (Reuters) - Mercato obbligazionario positivo stamane, influenzato soprattutto dal sospiro di sollievo dei mercati alla notizia del ritiro della candidatura al Fomc della Fed di Larry Summers, sostenitore di una rapida exit-strategy monetaria Usa.

Un operatore a lavoro. REUTERS/Brendan McDermid

“Si temeva - con Summers - di veder ridotto in modo consistente fin da subito lo stimolo monetario e ciò si era ripecosso sui mercati alla fine della scorsa settimana. Oggi con l’annuncio del suo ritiro i mercati stanno recuperando terreno”, dice Filippo Diodovich, strategist di IG Markkets. “Se poi - come sembra - dovesse essere scelta Yennen - nota per essere una moderata, sulle orme di Bernanke - allora il mercato si consoliderebbe ancora di più”.

Ben Bernanke finirà il suo mandato a fine gennaio e Jane Yennen, già numero due di Bernanke, è considerata ora la favorita, anche perchè potrebbe godere - più di quanto avesse potuto Summers, dell’appoggio politico. Domani e mercoledì si riunisce il Fomc della Fed e le attese sono per l’annuncio - mercoledì sera - della prima riduzione di stimolo monetario, la cui consistenza sarà determinate per la tenuta dei mercati.

Altro tema chiave sono le elezioni politiche in Germania il prossimo week end, dopo che ieri in Baviera l’Unione dei Cristiano-sociali (Csu), alleata della Cdu della Merkel, ha ottenuto una percentuale di gradimento di 49%, riconquistando la maggioranza assoluta persa nel 2008 (43,4%). Deludente invece il risultato degli altri alleati della cancelliera, i liberali, che sono crollati al 3%, al di sotto della soglia di sbarramento del 5%. Dunque ora l’attenzione è per le strategie e le allenze che possano consentire una robusta Grande Coalizione.

Sullo sfondo c’è anche l’intonazione positiva fornita dall’accordo siglato nel fine settimana tra americani e russi per la consegna delle armi chimiche siriane.

“Il mercato obbligazionario è governato da venti positivi stamane, ma il clima resta di attesa dei fatti chiave internazionali di questa settimana”, dice un dealer.

Sottotraccia, ma sempre presente, è la situazione politica italiana, con l’incertezza legata alla possibilità che il Pdl tolga la fiducia al governo Letta. Mancano tre giorni al primo voto nella Giunta del Senato dove si deciderà parte del futuro di Berlusconi e resta aperto il dibattito intorno a vari temi-corollario: interpretazione della legge Severino, voto palese o segreto sulla decadenza, la possibile presenza di “franchi tiratori” nei due schieramenti.

“Oggi la situazione italiana sembra essere messa in secondo piano rispetto agli avvenimenti internazionali, ma resta sempre una spada di Damocle”, dice un altro dealer.

Secondo i dati TradeWeb, il differenziale di rendimento Italia/Germania sul tratto decennale a metà seduta è in area 265 pb, appena sopra i 263 pb della chiusra di venerdì sera dopo che nel corso della seduta era arrivato a 270 punti base, record da inizio agosto coincidente con la condanna definitiva di Silvio Berlusconi.

Il tasso sul dieci anni maggio 2023 si attesta a 4,533% dal 4,58% della chiusura di venerdì.

Il decennale italiano continua a rendere più di quello spagnolo, quest’ultimo oggi a 4,479%.

Il riavvicinamento tra i rendimenti dei benchmark decennali di Italia e Spagna si è concluso martedì scorso con l’azzeramanto dello spread, per la prima volta da marzo 2012.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below