September 8, 2013 / 12:38 PM / 5 years ago

Pirelli conferma target, non vede M&A in Europa

CERNOBBIO (Reuters) - Pirelli guarda con fiducia alla fine del 2013 e non vede movimenti di consolidamento del settore pneumatici in Europa mentre, in campo M&A, opportunità interessanti potrebbero profilarsi in Estremo Oriente.

“Confermo che manteniamo i target. Ci sono diverse velocità in diverse regioni ma siamo fiduciosi che raggiungeremo i target,” ha detto Tronchetti in una intervista a Reuters a margine del workshop Ambrosetti.

Ad agosto, Pirelli ha annunciato risultati in linea con le attese e ha abbassato le stime sul 2013 nella parte bassa del range previsto nel piano industriale, aggiornato a fine 2012. Mossa che ha portato alcuni analisti a pronosticare un rischio di riduzione alla prossima revisione del piano strategico a novembre.

In tema merger and acquisitions, “non vedo movimenti di consolidamento in Europa. Ci sono alcune opportunità nell’Estremo Oriente, ma penso ci sia già stato un consolidamento in Europa”, ha detto.

Tronchetti ha aggiunto di non vedere importanti segnali di ripresa nel business delle gomme. “C’è un buon mercato nel segmento premium, in quello standard non vediamo ancora i cambiamenti”.

Anche la Cina rientra nel novero dei business che non creano problemi. “La Cina sta andando bene, il segmento premium sta aumentando molto velocemente”, ha detto sottolineando l’aumento del mercato delle auto di lusso in Cina “e noi forniamo tutte le principali marche. Vediamo realmente la Cina come una grande opportunità”.

Quanto a Pirelli, il presidente e maggior azionista di Bicocca ha annunciato che in futuro non avrà un patto di sindacato, mentre l’auspicio è che nel giro di un anno venga radicalmente semplificata la catena di controllo societaria dopo i recenti eventi che hanno visto la famiglia Malacalza uscire dalle società a monte e l’ingresso di un nuovo soggetto, Lauro Sessantuno, partecipato oltre che da Tronchetti Provera, da Clessidra, Intesa Sanpaolo e Unicredit.

Infine, Tronchetti si è detto fiducioso sull’esito dell’impasse politica seguita alla condanna definitiva di Silvio Berlusconi. “Stabilità in Italia significa stabilità in Europa. Sono sicuro che sarà fatto di tutto per agganciarci alla ripresa”. (Paola Arosio, Lisa Jucca)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below