5 settembre 2013 / 06:24 / tra 4 anni

Dollaro ben intonato su euro, attese banche centrali e dati Usa

TOKYO (Reuters) - Il dollaro si conferma ben impostato sull‘euro, anche se un po’ sotto i recenti massimi, in un mercato valutario che attende comunque i meeting di oggi di Bce e Bank of England e i numerosi dati economici - in primis quelli occupazionali - che arriveranno dagli Usa tra oggi pomeriggio e domani.

Alle 8,00 italiane il cambio euro/dollaro tratta in area 1,3170 da 1,3207 dell‘ultima chiusura, non lontano dal minimo da sei settimane di 1,3138.

Nelle ultime ore il biglietto verde ha scontato qualche presa di profitto, alla luce anche dei buoni numeri giunti ieri dai Pmi servizi europei, che hanno dato una mano all‘euro.

“Sia l‘economia della zona euro sia quella britannica sembrano ultimamente in miglioramento. Quindi qualcuno che si aspettava nuove azioni espansive in Europa probabilmente ci sta ripensando e sta rivedendo le posizioni”, spiega Katsunori Kitakura di Mitsui Sumitomo Trust Bank.

Il voto favorevole ad un attacco militare in Siria da parte della commissione Esteri de Senato Usa non ha avuto un impatto rilevante sul mercato valutario, visto che ogni eventuale azione resta in sospeso e dovrà comunque attendere i prossimi passaggi al Congresso Usa, a partire dalla prossima settimana.

Poco mosso il cambio dollaro/yen a 99,80 da 99,75 dell‘ultima chiusura, sempre sui massimi da un mese. Euro/yen a 131,50 da 131,70.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below