4 settembre 2013 / 07:04 / tra 4 anni

Borse Asia-Pacifico, ondici piatti dopo serie positiva,occhi su Siria

(Reuters) - Le borse della zona Asia-Pacifico sono poco mosse, interrompendo così quattro giorni di fila di guadagni, dopo che il presidente Barack Obama ha incassato il sostegno di due figure chiave del Congresso - John Boehner ed Eric Cantor - per attacchi mirati sulla Siria.

L‘indice regionale MSCI, che esclude il Giappone, cede intorno alle 8,30 ora italiana lo 0,06%; Tokyo è salita dello 0,54%.

“Ci sono ancora delle incertezze sulla possibile riduzione degli stimoli da parte della Fed e sull‘eventuale azione militare guidata dagli Usa contro la Siria. E’ difficile ipotizzare un rally di fronte a tali incertezze”, commenta l‘analista di Shinyoung Securities Lee Kyung-soo.

Poco mosse dunque le piazze cinesi, con SHANGHAI a +0,01% e HONG KONG -0,04%, in recupero dal calo di inizio seduta legato anche ai ribassi di China Construction Bank (CCB), dovuto a un collocamento a forte sconto da parte di Bank of America, e di Want Want China.

L‘italiana Prada sale invece dell‘1,46%.

In calo SINGAPORE e SYDNEY, in controtendenza MUMBAI, che rimbalza dopo il forte calo di ieri.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below