August 22, 2013 / 1:56 PM / in 5 years

Euro riduce calo su dollaro, visto fragile per differenza tassi

NEW YORK (Reuters) - L’euro alle prime battute delle contrattazioni statunitensi ha ridotto il calo contro il dollaro che aveva visto nelle ore precedenti in relazione alla pubblicazione delle minute del meeting del Fomc Fed dello scorso 30 e 31 luglio, da cui è emersa da una parte la conferma del progetto annunciato da Ben Bernanke lo scorso 22 maggio di ridurre progressivamente lo stimolo monetario, dall’altra la divergenza tra i componenti del board circa il timing.

Euro e dollari da diversi tagli. REUTERS/David W Cerny

Sul dollaro si è visto un consistente movimento di acquisto sulla scia del rialzo dei rendimenti dei Treasuries Usa e di conseguenza l’euro si è mosso in calo fin verso 1,3310 dollari. I grafici indicano un supporto a 1,3243, il massimo dal primo maggio scorso.

La moneta unica aveva pareggiato le perdite e anche guadagnato leggermente contro il dollaro nelle contrattazioni europee dopo la pubblicazione della stima flash dell’indice Pmi di agosto nella zona euro che ha mostrato una forza superiore alle attese, trainato dalla Germania [ID:nL6N0GN170].

Tuttavia gli analisti restano ribassisti sull’euro contro il dollaro visto il differenzile di di tassi di interesse tra Bce e Fed.

“La Bce è ancora molto vaga riguardo la sua ‘forward guidance’, limitandosi a dire che ha intenzione di tenere i tassi bassi per un periodo esteso, mentre la fed è un po’ più chiara circa la sua intenzione di ridurre lo stimolo monetario” dice Antje Praefcke, strategist di Commerzbank, aggiungendo che la sua banca si aspeta che l’euro scenda alla fine dell’anno a 1,27 dollari.

Sebbene l’euro sia in calo contro dollaro, proprio grazie ai numeri del Pmi resta sostenuto contro yen rispetto al quale mostra un rialzo attorno allo 0,7%, contro la sterlina e contro la corona norvegese.

“Credo che il dollaro è stato comprato soprattutto per via dell’allargamento dei differenziali di tassi di interesse” dice un dealer aggiungendo che stamane si parlava di acquisti da parte di hedge fund di dollari contro yen.

Il rendimento dei Treasuries Usa a 10 anni ha visto un nuovo massimo di due anni al 2,927%. Tale aumento dei rendimenti può aumentare l’appetito per le attività denominate in dollari.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below