August 22, 2013 / 7:16 AM / in 5 years

Borse Asia-Pacifico, indici in calo, affondano emergenti su timori Fed

MILANO (Reuters) - Le borse dell’area Asia-Pacifico viaggiano in deciso ribasso, zavorrate dall’attesa per il passo indietro della Fed in materia di misure di stimolo della crescita economica.

La pubblicazione delle minute dell’ultima riunione del comitato di politica monetaria della banca guidata da Ben Bernanke ha tutt’altro che rasserenato gli umori degli investitori.

Si teme che la macchina indietro della Fed penalizzi soprattutto le economie emergenti, segnatamente India, Indonesia, Malaysia e Thailandia.

Significativamente, le borse asiatiche non si sono giovate del dato sull’attività manifatturiera in Cina, che ad agosto ha toccato i massimi da quattro mesi.

Attorno alle 8,25 italiane, l’indice Msci dell’area, che non comprende Tokyo, perde l’1,2% circa.

* L’indice Pmi calcolato da Hsbc ha consentito alle borse cinesi di contenere le perdite. HONG KONG, in ogni caso, è negativa. Bene il produttore di infrastrutture per tlc e di smartphone Zte sull’anticipazione di un utile netto nel periodo luglio-settembre. Prada in rialzo.

* Meglio SHANGHAI. Il broker China Everbright Securities continua a perdere terreno dopo che, venerdì scorso, per errore aveva immesso ordini di acquisto per oltre 1 miliardo di dollari.

* Pesante SINGAPORE, sui minimi dell’anno. Banche e società legate alle materie prime guidano i ribassi. A picco Olam International. In controtendenza Semcorp Industries sulla notizia di un’Ipo della joint venture che gestisce un impianto per la produzione di energia in Oman.

* Affonda la borsa di MANILA dopo due giorni di chiusura a causa dell’inondazione che ha colpito la capitale delle Filippine. In lettera le principali società, come SM Investments e Alliance Global.

* KUALA LUMPUR risente del taglio delle previsioni sulla crescita annuale della Malaysia.

* Le minute della Fed pesano anche su GIAKARTA.

* TAIWAN ha chiuso in ribasso dello 0,23%, riuscendo nel finale a recuperare un po’ del terreno perso in seguito all’andamento delle altre piazze dell’area.

* Più ampia la flessione di SEOUL, sui minimi da sei settimane. In controtendenza Hyundai Merchant Marine sulla notizia che la Corea del Nord ha proposto di riavviare i negoziati con Seoul per riprendere i viaggi turistici organizzati da Mt. Kumkang tra la fine di agosto e l’inizio di settembre.

* Segno meno contenuto per SYDNEY, sostenuta dal dato cinese. Al galoppo Fortescue Metals sul balzo dei ricavi.

* MUMBAI si riprende parzialmente dopo il recente sell-off. Restano deboli le banche, come Icici Bank. Il dato cinese si traduce in acquisti delle società industriali, come Tata Steel.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below