13 agosto 2013 / 08:14 / tra 4 anni

Galassia FonSai-Unipol debole dopo sequestro beni Ligresti

MILANO (Reuters) - Seduta debole per la galassia assicurativa che ora fa riferimento a Unipol.

Salvatore Ligresti (al centro) con le figlie Giulia (a sinistra) e Jonella, Roma, 31 maggio 2006. REUTERS/Remo Casilli

All‘indomani della notizia del sequestro di beni per oltre 250 milioni di euro, i titoli registrano il segno meno, in controtendenza rispetto a Piazza Affari.

Attorno alle 11,45, Fondiaria-Sai cede il 3,4% a 1,5620 euro, dopo aver segnato un minimo di 1,5610 euro. Volumi in progresso: sono passati di mano poco più di 5 milioni di pezzi, contro una media dell‘intera seduta di 7,165 milioni negli ultimi trenta giorni.

Pressione anche su Unipol: -1,85%, a 2,976 euro, sopra i minimi di seduta. Volumi in linea con 1,7 milioni pezzi, contro una media dell‘intera seduta di 2,357 milioni negli ultimi trenta giorni.

In scia Milano Assicurazioni: -3,34%, a 0,5215 euro, dopo un minimo di 0,5105 euro. Sono scambiati poco oltre 2,5 milioni di pezzi, contro una media dell‘intera seduta di 3,920 milioni negli ultimi trenta giorni.

Prosegue la discesa delle risparmio Milano Assicurazioni, oggetto di un‘operazione d‘acquisto da parte di Unipol: -1,59%, a 0,7140 euro, dopo un minimo di 0,684 euro. I volumi sono quasi doppi rispetto alla media: circa 1,24 milioni di pezzi, contro i 640.000 mediamente scambiati negli ultimi trenta giorni.

Non esce dal coro Premafin: -2,81%, a 0,173 euro. Volumi vivaci: appena 425.000 pezzi, contro una media dell‘intera seduta di 375.000 negli ultimi trenta giorni.

In una nota di Icbpi si legge che “la notizia (del sequestro di beni) potrebbe avere un impatto negativo sui titoli coinvolti. La legge 231 del 2001 sancisce la responsabilità amministrativa delle persone giuridiche. Fondiaria e Milano, infatti, sono indagate nell‘inchiesta per falso in bilancio aggravato e manipolazione del mercato che ha coinvolto la famiglia Ligresti e alcuni ex manager del gruppo. Il sequestro disposto dai giudici è finalizzato a congelare l‘importo dell‘eventuale sanzione amministrativa che potrebbe essere inflitta alla due Compagnie in caso di condanna, necessaria anche al risarcimento del danno per i piccoli azionisti (circa 12.000) prima dell‘aumento di capitale (250 milioni circa) del giugno 2011. Unipol”, conclude Icbpi, “che potrebbe venire danneggiata dal sequestro, ha già manifestato il proprio dissenso, dicendosi pronta ad adire le vie legali”.

FONSAI NON CONDIVIDE SEQUESTRO, PRONTA AD AZIONI LEGALI

Ieri sera infatti, un portavoce della società, ha detto che “Fondiaria-SAI, oggi parte del Gruppo Unipol, ritiene assolutamente non condivisibile, per la parte a lei relativa, il provvedimento di sequestro odierno. La società provvederà ad adottare nelle sedi competenti tutte le necessarie azioni nei confronti del provvedimento volte a tutelare i suoi interessi e quelli dei suoi azionisti”.

Un altro broker italiano, in una breve nota sulla vicenda, sottolinea proprio il fatto che il sequestro riguarda asset di FonSai più che della famiglia Ligresti, “e ciò non è positivo per il titolo”.

D‘altro canto, “l‘impatto negativo per FonSai sarà decisamente più basso rispetto ai 250 milioni sequestrati. Ogni debolezza eccessiva del titolo potrebbe rappresentare un‘occasione d‘acquisto”.

Il sequestro di beni eseguito ieri dalla Guardia di Finanza di Torino rientra nell‘indagine della procura torinese che ha portato il mese scorso all‘arresto della famiglia Ligresti e di alcuni ex-manager di Fonsai.

Tra i beni sequestrati vi è anche una serie di alberghi della catena Atahotel del gruppo Fonsai ma il provvedimento si riferisce solo la proprietà e non blocca la gestione ordinaria delle strutture.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below