7 agosto 2013 / 07:14 / 4 anni fa

Btp stabili dopo avvio sottotono, spread sotto 260 pb, volumi estivi

MILANO (Reuters) - Dopo un avvio di seduta in lieve calo, il mercato obbligazionario italiano ha limato le perdite, riportandosi nei pressi della chiusura di ieri, tra volumi sottili, complice il clima ormai pienamente estivo.

La cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente del Consiglio Enrico Letta a Berlino il 30 aprile scorso. REUTERS/Fabrizio Bensch

A determinare l‘iniziale apertura sottotono dei Btp, e dell‘intero comparto dei periferici europei, i commenti di alcuni esponenti della Fed, secondo cui l‘istituto centrale americano potrebbe ridurre la portata dello stimolo monetario già dal prossimo mese.

Dichiarazioni che hanno offerto supporto agli asset rifugio, suggerendo una maggiore cautela verso quelli percepiti come più rischiosi.

“Stamattina qualcuno ne ha approfittato per prendere profitto, dopo i rialzi degli ultimi giorni. Ma gli scambi sono davvero pochi, e saranno sempre meno con l‘avvicinarsi di Ferragosto”, commenta un dealer di una banca italiana specialista

Intorno alle 12,00 il rendimento del decennale italiano sale al 4,27% dal 4,257% della chiusura, e lo spread nei confronti dell‘analoga scadenza del Bund si attesta a 256 punti base dai 254 di ieri sera, dopo una puntata poco sopra 260.

Ieri il premio di rendimento offerto dalla carta italiana si era stretto fino a 252, riportandosi vicino ai minimi da luglio 2011, visti già tre mesi fa.

A dare supporto ai Btp i primi segnali di risveglio dell‘economia italiana che, dopo una recessione lunga due anni, potrebbe tornare a una pur debola crescita nella seconda parte del 2013, oltre alle rassicurazioni recentemente fornite dalla Banca centrale europea in merito al mantenimento di un orientamento accomodante per un ampio lasso di tempo.

Resta al momento in secondo piano, seppure sempre sui radar degli investitori, la situazione politica, dominata dalle possibili ripercussioni sul governo delle vicende giudiziarie del leader del Pdl Silvio Berlusconi.

“Onestamente da qui fino a Ferragosto non mi aspetto grosse oscillazioni, a meno che la situazione politica non dovesse precipitare improvvisamente. Al momento non mi sembra convenga a nessuno ma stiamo a vedere”, dice un secondo operatore.

A fine giornata la Giunta per le elezioni e le immunità del Senato inizia a discutere sulla possibile decadenza da senatore di Berlusconi dopo la sentenza della Cassazione che ha condannato definitivamente il Cavaliere per frode fiscale.

In un’ intervista al ‘Corriere della Sera’ il segretario del Pd Guglielmo Epifani ha invitato il leader del Pdl a fare un passo indietro, dicendosi inoltre convinto che il principio di legalità debba prevalere sulla stabilità del governo [IDnL6N0G8139].

Affermazioni che il portavoce del Pdl ha bollato come una provocazione politica per indurre il partito di centrodestra ad aprire la crisi di governo.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below