30 luglio 2013 / 10:24 / tra 4 anni

Greggio, Brent in calo, attesa per Fed e dati, tensioni in Libia

LONDRA (Reuters) - Le quotazioni del Brent e del greggio leggero Usa procedono in ribasso, con il contratto di riferimento europeo che lotta per mantenersi sopra quota 107 dollari il barile.

Gli investitori si sono piazzati alla finestra, in attesa che termini la riunione del comitato di politica monetaria della Federal Reserve.

Vengono evitate le prese di posizione sostanziali alla vigilia della pubblicazione di una serie di dati macroeconomici in grado di orientare i mercati, come la creazione di posti di lavoro negli Usa e l‘attività manifatturiera in Cina.

Attorno alle 11,50 italiane, il futures sulle consegne di Brent perde 0,34 dollari, a 107,11 dollari il barile, dopo aver segnato un minimo di 106,92 dollari. Il contratto di riferimento sul greggio leggero Usa scende di 0,70 dollari, a 103,85 dollari il barile, dopo aver toccato un punto più basso a quota 103,56 dollari.

Le perdite sono contenute dai timori riguardanti le forniture del Medio Oriente. La ripresa di attentati e scontri in Libia, dopo l‘assassinio di un attivista politico la settimana scorsa, fa temere per le esportazioni dal paese nordafricano.

Secondo quanto riferito da fonti industriali, i lavoratori della raffineria di Ras Lanuf, la più grande della Libia, sono in sciopero. Anche i lavoratori dei terminal petroliferi hanno incrociato le braccia.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below