July 29, 2013 / 3:26 PM / 5 years ago

Mps, entro mercoledì si chiude inchiesta Antonveneta

SIENA (Reuters) - E’ attesa tra domani e mercoledì la chiusura dell’inchiesta dei magistrati di Siena sull’acquisizione da oltre 10 miliardi fatta da banca Mps della banca Antonveneta, in cui sono indagati, tra gli altri, gli ex vertici Giuseppe Mussari e Antonio Vigni.

Alla chiusura delle indagini - coordinate dal procuratore capo Tito Salerno e condotte dai pm Antonino Nastasi, Aldo Natalini e Giuseppe Grosso, e che hanno avuto il sostegno operativo del Nucleo valutario della Guardia di Finanza di Roma guidati da Giuseppe Bottillo - seguiranno le notifiche agli indagati che saranno fatte presumibilmente nella giornata di mercoledì.

Lo riferiscono fonti giudiziarie, ricordando che gli indagati sono circa una decina fra persone fisiche e giuridiche.

I tre magistrati impegnati in questi mesi nella indagine finanziaria più seguita degli ultimi anni, hanno prodotto oltre 20.000 pagine scritte e circa 40 faldoni, supporti informatici esclusi.

Le attività della procura di Siena sono iniziate nell’ottobre 2011 e hanno puntato a fare luce sull’acquisizione di Banca Antonveneta annunciata a fine 2007 - il cui costo è stato alla fine superiore a 10 miliardi di euro - e su come l’istituto di credito senese abbia reperito i finanziamenti necessari, soprattutto per un prestito subordinato Fresh da un miliardo, autorizzato da Bankitalia tra i mezzi di capitale necessari all’acquisto ma oggetto delle contestazioni per un ipotizzato ostacolo alla vigilanza.

L’indagine venne alla luce con grande clamore mediatico la mattina del 9 maggio del 2012. Oltre cento uomini della Guardia di Finanza perquisirono a Siena la sede di Mps e della Fondazione, e in giro per l’Italia altri istituti di credito italiani ed esteri, ma anche le abitazioni private e gli uffici di altri soggetti che la procura ritiene legati alla vicenda.

Questo dell’acquisto di Antonveneta rappresenta il filone principale dell’indagine, mentre le vicende legate alle operazioni finanziarie fatte dall’ex direttore finanza Gian Luca Baldassarri, sono anche finite nel mirino dei magistrati e hanno portato all’arresto dell’ex manager.

Per il filone d’indagine sull’acquisizione di Antonveneta, gli indagati, per quanto emerso finora, sono, l’ex Dg Vigni, gli ex manager Daniele Pirondini e Marco Morelli per ostacolo all’autorità vigilanza in concorso tra loro (per il Fresh 2008); l’ex presidente Mussari, Pirondini, Vigni, e l’ex capo del legale Raffaele Giovanni Rizzi per false rappresentazioni in prospetto in concorso; Mussari, Vigni, e Pirondini per manipolazione del mercato in concorso; Tommaso Di Tanno, Pietro Fabretti, Leonardo Pizzichi (ex componenti collegio sindacale) a cui è contestato l’ostacolo all’autorità di vigilanza in concorso tra loro; e la stessa Banca Mps per la responsabilità oggettiva prevista dalla legge 231.

Le stesse fonti dicono che assieme a quella per l’acquisizione di Antonveneta, sarà chiusa nelle prossime ore anche l’inchiesta sul suicidio del capo della comunicazione di Mps, David Rossi, destinata all’archiviazione.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below