26 luglio 2013 / 06:53 / 4 anni fa

Borse Asia Pacifico tra piatte e positive, eccetto il -3% di Tokyo

MILANO (Reuters) - Le borse dell‘area Asia-Pacifico si muovono tra la parità e un moderato rialzo, con la vistosa eccezione di Tokyo, scivolata del 3% sull‘onda del rafforzamento dello yen.

A muovere i mercati valutari è stato un articolo del Wall Street Journal secondo cui la Fed potrebbe discutere una modifica della propria ‘forward guidance’ con l‘obiettivo di consolidare l‘idea che i tassi rimaranno bassi ancora per molto tempo, anche se la maggior parte di trader ed economisti continua a scommettere su una riduzione degli stimoli monetari già da settembre.

L‘indebolimento del dollaro sullo yen, unito alla chiusura delle posizioni in vista delle vacanze estive e a una serie di trimestrali deludenti, ha spinto il Nikkei in calo del 2,97% a fronte di un indice regionale Msci - che esclude Tokyo - in rialzo dello 0,3% alle 8,30 italiane.

Seduta anemica per i mercati cinesi, con SHANGHAI in calo dello 0,4% e HONG KONG piatta tra scambi sottili. Prada cede lo 0,2%.

Lieve rialzo per SINGAPORE, piatta SEOUL dove ha pesato il calo di Samsung Electronics, in calo dello 0,9% nonostante abbia archiviato un utile operativo record da 8,5 miliardi di dollari nel secondo trimestre.

Poco mossa SYDNEY, tra bancari positivi e minerari deboli sui timori di un rallentamento della domanda cinese; frazionale calo per l‘INDIA. Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below