25 luglio 2013 / 15:04 / tra 4 anni

Debito pubblico, Letta: intervento su patrimonio, partecipazioni

ROMA (Reuters) - Per abbattere il debito pubblico italiano il governo non intende ripercorrere la strada delle “privatizzazioni fatte male”, ma valorizzare il patrimonio pubblico e le partecipazioni sia dello Stato sia degli enti locali.

Il premier Enrico Letta, Londra, 17 luglio 2013. REUTERS/Andrew Winning

Lo ha detto oggi il premier Enrico Letta, rispondendo al question time al Senato ad interrogazioni sulla strategia dell‘esecutivo per aggredire un debito pubblico visto oltre il 130% del Pil.

“Nessuno vuole ripercorrere la strada delle privatizzazioni fatte male in altri Paesi e in alcuni casi anche in Italia”, ha detto il premier.

“La nostra volontà è di intervenire non solo sull‘enorme patrimonio pubblico del nostro Paese ma anche di valorizzare e intervenire sulle partecipazioni pubbliche nazionali e sulle partecipazioni degli enti locali”, ha aggiunto.

In ogni caso, per Letta la strada maestra per invertire la tendenza alla crescita del rapporto debito/Pil è di aumentare il denominatore, concentrandosi su politiche fiscali volte a favorire la crescita.

(Roberto Landucci)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below