24 luglio 2013 / 07:14 / 4 anni fa

Btp in rialzo su stime Pmi, spread a 274 punti

Operatori a lavoro. REUTERS/Brendan McDermid

MILANO (Reuters) - Mattinata positiva per il mercato obbligazionario italiano che beneficia da una parte di previsioni di una ripresa economica nella zona euro e dall‘altra del fatto che il Tesoro italiano abbia alleggerito il primario con la cancellazione di alcune aste.

“Il mercato è buono stamane, sono anche aumentati gli scambi anche se restano di tipo estivo. Il clima si è fatto più ottimista con i dati di stamattina e ne beneficiano soprattutto i periferici”, dice un dealer.

Stamane sono stati pubblicati i dati preliminari sui Pmi di luglio di Francia, Germania e zona euro che hanno confermato la tendenza a una lenta ma progressiva ripresa dell‘economia della regione.

“I dati potrebbero dare alla Bce la possibilità di temporeggiare sui prossimi due meeting di politica monetaria (agosto e settembre)” dice Vincenzo Longo, strategist di IG. “Non ci aspettiamo misure sui tassi prima delle elezioni tedesche di settembre. Le figure indicano comunque che la via della ripresa per la fine del 2013 rimane confermata. Sarà interessante notare quale sarà il ritmo di recupero e qui i passaggi chiave saranno di respiro globale. Dal prossimo G-20 di settembre, alle decisione della Fed, passando per la Cina”.

Nell‘immediato l‘attenzione si sposta sull‘Ifo in agenda domani sull‘attività economica tedesca.

A metà seduta, su piattaforma Tradeweb lo spread di rendimento tra Btp e Bund decennale quota in area 274 punti base, dopo aver visto un minimo a stringe fino a 272,6 punti base, il minimo dal 9 luglio scorso, contro i 280 della chiusura di ieri.

Parallelamente il rendimento sul 10 anni italiano è sceso stamane fino a 4,33%, nuovo minimo dallo scorso 19 giugno per poi posizionarsi a 4,35% a metà seduta.

ATTENZIONE AD ANNUNCIO NUOVO DECENNALE

Proprio il comparto decennale è seguito attentamente, sull‘attesa dell‘anuncio delle prossime aste su tale scadenza che verrà fatto domani e che molto probabilmente vedrà l‘offerta del nuovo Btp marzo 2024.

“Do per quasi certo l‘annuncio del nuovo Btp decennale”, dice uno specialist. “Credo che verrà bene accolto, anche perché non ci sono 2024 sulla curva italiana, e anche perché sono in arrivo consistenti scadenze di titoli”.

Secondo stime dell‘ufficio studi di Unicredit vengono a scadere sul primo agosto titoli per ben 25 miliardi, fornendo così ampia liquidità. L‘attuale decennale - maggio 2023 - è in circolazione per 17,7 miliardi.

In quanto prima tranche, l‘ammontare del nuovo decennale sarà abbastanza consistente - nell‘ordine dei 4 miliardi - ma ciò si compensa con il fatto che il Tesoro abbia cancellato l‘asta di venerdì sul BTPei e soprattutto quelle di metà agosto.

“E’ stato un buon segnale la cancellazione delle aste: il Tesoro si è portato avanti con il funding e dunque non ha stringenti necessità”, dice un dealer. “Almeno da questo punto di vista dovrebbe essere un agosto tranquillo”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below