23 luglio 2013 / 13:38 / 4 anni fa

Sky, pubblicità meglio di mercato,fiducia prospettive Italia

MILANO (Reuters) - La raccolta pubblicitaria di Sky Italia sta andando meglio della media del mercato e i ricavi da abbonamenti sono stabili nel tempo, anche se la redditività resta sotto pressione.

La crisi che ha investito da ormai cinque anni il settore dei media italiani non spaventa la controllata italiana del gruppo Murdoch che resta fiduciosa sulle prospettive del Paese.

E’ il messaggio lanciato oggi dall‘AD Andrea Zappia in occasione di un incontro per celebrare i dieci anni dall‘avvio delle trasmissioni di Sky Italia.

“Sky Pubblicità sta andando meglio del mercato - che vede una decrescita a doppia cifra - perché a chi investe offre un‘audience di pregio e perché non vende solo spazi ma anche prodotti più rotondi e innovativi”.

In attesa dei conti 2012/13 che saranno pubblicati insieme a quelli di tutto il gruppo Newscorp il 6 agosto, l‘AD ha ricordato che dai risultati dei nove mesi è sì emerso un calo dei clienti ma “il fatturato da abbonamenti è rimasto stabile nel tempo”, indice di una base clienti fedele e disposta anche a spendere un po’ di più in cambio di innovazione e qualità. “E’ una base molto forte da cui partire per crescere nel futuro”, ha detto Zappia.

A fine marzo Sky aveva 4,78 milioni di abbonati.

“La redditività è sotto pressione come in tutto il settore”, ha dichiarato ancora l‘AD sottolineando che in termini di fatturato Sky è la prima azienda italiana del comparto.

“La nostra fiducia sul futuro dell‘Italia resta immutata, resterà un mercato interessante per i media ma occorre guardarlo con occhi diversi da quelli di oggi”, ha aggiunto.

Zappia ha sottolineato soprattutto la necessità di guardare all‘ibrido mercato dell‘intrattenimento come a un “mercato unico” con “regole uguali per tutti” e su questo fronte, ha detto, “Agcom e Antitrust si stanno ponendo le domande giuste”.

Esclusa per motivi antitrust un‘alleanza con Mediaset Premium, la pay Tv del Biscione, Zappia ha precisato che l‘ingresso di Sky sul digitale terrestre in chiaro è stato fatto (con il canale Cielo) “in punta di piedi, perchè avevamo diritti che erano disponibili” e ha ribadito che la missione del gruppo “resta il mondo pay”.

Sky ha iniziato a trasmettere in Itaia il 31 luglio del 2003. In dieci anni, è stato ricordato oggi, ha investito oltre 10 miliardi di euro nel sistema economico italiano, che diventano più di 20 miliardi se si tiene conto dell‘indotto. Sono 6.800 i dipendenti e i collaboratori. Si tratta del “più grande investimento estero in Italia degli ultmi dieci anni, secondo i dati della Fondazione Rosselli”, hanno sottolineato i vertici del gruppo.

(Claudia Cristoferi) Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

Claudia Cristoferi

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below