22 luglio 2013 / 10:19 / 4 anni fa

Fonsai, Ligresti non risponde a gip. "Non penso a scappare"

Salvatore Ligresti (al centro) con le figlie Giulia (a sinistra) e Jonella in una foto d'archivio. REUTERS/Remo Casilli

MILANO (Reuters) - Salvatore Ligresti, agli arresti domiciliari da mercoledì scorso a Milano nell‘ambito di una inchiesta della procura di Torino su Fondiaria Sai, si è avvalso della facoltà di non rispondere nell‘interrogatorio di garanzia davanti al gip di Milano Franco Cantù Rajnoldi.

“Ligresti si è avvalso della facoltà di non rispondere nell‘ottica di parlare con l‘autorità giudiziaria competente di Torino”, ha spiegato il suo avvocato Gianluigi Tizzoni al termine dell‘interrogatorio.

Ligresti ha affidato al legale una dichiarazione, in cui si dice “sorpreso che sospettino che io, che ho più di 80 anni, pensi a scappare, quando nella mia vita ho pagato quando dovevo pagare e ho affrontato tutti i processi in aula. Anche di recente ho affrontato un processo complicato rimanendo in Italia”. Lo scorso marzo Ligresti è stato assolto in primo grado a Firenze dall‘accusa di corruzione nell‘ambito di un‘inchiesta sull‘urbanizzazione dell‘area di Castello, vicino al capoluogo toscano.

Anche l‘avvocato ha ricordato che Ligresti - che si è più volte detto preoccupato per i tre figli, anch‘essi destinatari di misure cautelari - “nella sua complicata vita non si è mai sottratto alla giustizia” e pertanto “non esiste alcun pericolo di fuga”, come invece paventato nella richiesta di arresto insieme al pericolo di inquinamento probatorio e di reiterazione del reato.

Il legale ha aggiunto che valuterà se chiedere la revoca dei domiciliari dopo l‘interrogatorio con i pm torinesi, previsto nei prossimi giorni.

Intanto a Torino si sta svolgendo, davanti ai pm titolari dell‘inchiesta Marco Gianoglio e Vittorio Nessi, l‘interrogatorio dell‘ex-AD di Fonsai Emanuele Erbetta.

Nell‘ambito dell‘inchiesta per falso in bilancio aggravato e aggiotaggio, mercoledì scorso sono stati arrestati, oltre ad Erbetta e Ligresti, anche le figlie di quest‘ultimo - Giulia e Jonella - e gli ex-manager della società Fausto Marchionni e Antonio Talarico. Per alcuni di loro l‘interrogatorio di garanzia si è già svolto la scorsa settimana e nei prossimi giorni saranno sentiti dai pm.

Resta invece in Svizzera, di cui è cittadino, il terzo figlio di Ligresti, Paolo, destinatario di un mandato di cattura europeo.

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below