18 luglio 2013 / 09:39 / tra 4 anni

Fondiaria-Sai sugli scudi, mercato disegna scenari post arresto Ligresti

Un trader al lavoro. REUTERS/Brendan McDermid

MILANO (Reuters) - Fondiaria-Sai è sugli scudi anche oggi in Borsa con diversi broker che riprendono rumor su una possibile Opa obbligatoria a cascata da parte di Unipol e Mediobanca come conseguenza indiretta dell‘arresto della famiglia Ligresti di ieri.

“La speculazione su una possibile Opa obbligatoria congiunta di Mediobanca e Unipol può dare al titolo sostegno nelle prossime settimane”, secondo Marco Cavalleri di Banca Akros.

Questa evenienza non scaturirebbe tanto dall‘inchiesta di Torino, per la quale i Ligresti sono stati arrestati, ma da quella condotta a Milano sul famoso ‘papello’, il documento siglato dall‘AD di Mediobanca Alberto Nagel in cui avrebbe fatto delle concessioni alla famiglia dell‘imprenditore siciliano in cambio dell‘ok al passaggio di controllo a Unipol. Nagel ha sempre sostenuto di aver apposto la sua sigla solo per presa visione.

“Se i membri della famiglia Ligresti, oggi in carcere, aggiungessero nuovi elementi all‘inchiesta di Milano, aumenterebbe il rischio che Consob riesamini l‘operazione e anche se questo non accadesse alcuni azionisti o investitori di Fonsai potrebbero usare la storia contro il piano di fusione”, spiega Cavalleri che ricorda come Consob avesse stabilito che il riconoscimento da parte di Unipol di un diritto di recesso ai Ligresti, previsto dagli accordi iniziali e poi cancellato, avrebbe fatto scattare l‘Opa obbligatoria da parte della compagnia bolognese.

L‘analista si spinge a identificare in 2,5 euro il valore implicito pagato da Unipol per Fonsai che quindi va ritenuto il prezzo di confronto rispetto al valore attuale di borsa.

Enrico Esposti di Icbpi ritiene che la notizia dell‘arresto dei Ligresti è neutrale rispetto all‘esito dell‘operazione di fusione con Unipol. E sui rumor circolati ieri, sottolinea che l‘ipotesi di un‘Opa a cascata sulle minoranze “non è collegabile a nostro avviso all‘arresto ma all‘esito dell‘altra inchiesta ancora in corso e relativa al presunto patto occulto tra Mediobanca e i Ligresti”.

Intorno alle 11,30 Fondiaria-Sai sale del 2,86% a 1,473 euro con volumi consistenti pari già al 91% della media mensile sull‘intera seduta. Unipol sale dell‘1,17% con volumi scarni, Mediobanca cede lo 0,51%. Sale anche la controllata Milano Assicurazioni (+1,59%), mentre è poco mossa la holding Premafin.

Lo stoxx europeo degli assicurativi segna +0,70%.

(Gianluca Semeraro)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below