18 luglio 2013 / 07:39 / tra 4 anni

Borsa Milano corre con banche, aiutano regole Bce su collaterale

MILANO (Reuters) - Piazza Affari archivia in rialzo una seduta interamente vissuta all‘insegna degli acquisti, tornando ai livelli di un mese fa e rompendo la resistenza tecnica posta a 16.000 punti.

L'ingresso della Borsa di MIlano, 13 settembre 2012. REUTERS/Paolo Bona

Ad infiammare Milano, in particolare le banche, sono state le nuove regole introdotte dalla Bce in materia di collaterale. [ID:nL6N0FO2RN]

I mercati hanno accelerato nel pomeriggio, dopo la pubblicazione del dato sulle richieste settimanali di sussidi alla disoccupazione, che sono scese più di quanto ci si attendesse. [ID:nLLAIIE99D]

Un ulteriore scatto è avvenuto grazie all‘indice della Fed di Filadelfia. [ID:nEAPAI0E23]

Secondo l‘interpretazione dei trader, l‘azionario milanese ha beneficiato dell‘annuncio che domani il Pd voterà contro la mozione di sfiducia al ministro degli Interni, Angelino Alfano. [ID:nL6N0FO31C]

Si conferma, peraltro, il tasso di volatilità molto elevato che caratterizza questo scorcio di estate. Nell‘ultima lettera di gestione, La Française AM scrive di aver “ridotto le scommesse settoriali e assunto una posizione più neutra in un mercato turbolento... Consideriamo questo forte aumento della volatilità quale espressione del nervosismo dei mercati di fronte al rallentamento annunciato del QE negli Stati Uniti, alle prospettive di crescita della Cina, alla capacità del Brasile e della Turchia di rispondere alle aspettative dei cittadini o ancora dell‘Egitto di costruire un modello democratico stabile”.

In chiusura, l‘indice FTSE Mib ha guadagnato il 2,28% ed è tornato sopra quota 16.000 punti (16.053,61 punti la chiusura, 16.110,82 punti il massimo intraday), soglia che non veniva toccata dal 19 giugno scorso. L‘AllShare è avanzato del 2,12% e il MidCap dell‘1,42%.

Volumi per un controvalore di circa 1,96 miliardi di euro.

* Finanziari superstar sulle nuove regole della Bce in materia di collaterale: il paniere delle banche è salito del 4,24%. Positive UNICREDIT (+4,31%) e INTESA SANPAOLO (+3,69%). Meglio le popolari, rese euforiche, spiega un trader, “dal fatto che la Bce accetterà come collaterale i crediti delle pmi”. POPOLARE MILANO è balzata dell‘8,73%, beneficiando anche, dice il trader, “dell‘attesa per la relazione di Bankitalia, che dovrebbe far tornare d‘attualità la trasformazione in Spa”. BANCO POPOLARE +8,76% e POPOLARE EMILIA ROMAGNA +7,47%. In scia UBI (+5,27%) e MEDIOBANCA (+2,96%).

* MONTEPASCHI (+1,66%) ondeggiante nella giornata dell‘assemblea. [ID:nL6N0FO29P] [ID:nL6N0FO2H3]

* Fuori dal paniere principale, spunti per CREDITO EMILANO (+6,87%), POPOLARE DI SONDRIO (+4,6%) e BANCA POPOLARE DELL‘ETRURIA E DEL LAZIO (+3,35%).

* Relativamente più cauto il risparmio gestito, MEDIOLANUM +4,29% e AZIMUT +0,9%.

* FONDIARIA-SAI sostenuta (+2,93%) dagli scendari dopo l‘arresto dei Ligresti. [ID:nL6N0FO1O4]

Complessivamente positivo il resto della galassia che ora fa riferimento a UNIPOL (+2,34%): PREMAFIN +0,75% e MILANO ASSICURAZIONI +2,15%.

* Ben intonata GENERALI (+2,63%).

* In controtendenza BUZZI UNICEM (-3,51%): un trader riferisce di un report di una banca d‘affari focalizzato sulle stime sul secondo trimestre.

* Segno meno per TELECOM ITALIA (-1,97%), penalizzata dalle conseguenze che avrebbe in Brasile lo scioglimento di Telco. [ID:nL6N0FO1AV]

* Al galoppo PIRELLI (+4,09%), galvanizzata da un un upgrade di JP Morgan. [ID:nL6N0FO1CL]

* FIAT (+2,77%) spicca nel comparto automotive (il paniere europeo è salito dell‘1,66%) e lascia indietro EXOR (+0,58%) e FIAT INDUSTRIAL (+0,28%).

* MEDIASET (+3,46%) torna a correre, beneficiando, secondo l‘interpretazione degli operatori, dell‘evoluzione del quadro politico. Significativamente, il Biscione continua a sovraperformare il paniere europeo dei media (+1,65%).

* Seduta tonica per gli energetici. ENI ha guadagnato l‘1,16%; meglio SAIPEM (+2,93%). In denaro anche A2A (+3,65%), ENEL (+2,47%), TENARIS (+2,08%) ed ENEL GREEN POWER (+3,03%).

* Restando alle società legate al comparto energetico, MAIRE TECNIMONT in volo (+13,33%) nella giornata in cui si chiude l‘aumento di capitale.

* Tra le small e mid cap, spunti per BIOERA (+5,13%) e CAPE LIVE (+4,47%).

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below