16 luglio 2013 / 17:54 / tra 4 anni

Indesit apre a confronto di merito su piano con sindacati

MILANO (Reuters) - Indesit apre a un confronto di merito con sindacati e istituzioni sul proprio piano di riassetto, che procederà attraverso due tavoli tecnici e un nuovo tavolo generale a metà settembre, nel tentativo di trovare un accordo per salvaguardare produttività e occupazione.

E’ quanto spiega una nota del ministero dello Sviluppo Economico, al termine dell‘incontro tra sindacati e azienda che si è tenuto oggi sotto la regia del sottosegretario Claudio De Vincenti.

Il primo tavolo tecnico, convocato per il 19 luglio, “vedrà istituzioni e azienda affrontare il tema degli investimenti e di possibili interventi pubblici”, spiega la nota.

Tra i possibili interventi, nell‘incontro di oggi il sottosegretario De Vincenti ha citato ad esempio una rivisitazione dell‘accordo di programma per gli interventi di reindustrializzazione delle aree coinvolte dalla crisi del gruppo Antonio Merloni nelle Marche e in Umbria, secondo quanto riferisce una persona presente.

“Il secondo tavolo tecnico si riunirà nella prossima settimana e avrà come protagonisti azienda, sindacati e Mise. All‘ordine del giorno, i volumi produttivi, la tipologia del prodotto e il costo del lavoro”, continua la nota.

Secondo un comunicato dei sindacati questo incontro si terrà il 26 luglio.

“A metà settembre, infine il tavolo tornerà a riunirsi per valutare i risultati delle riunione tecniche”, conclude la nota del ministero.

De Vincenti ha sottolineato come l‘incontro di oggi apra “una fase diversa, quella di un approfondimento tematico”.

I sindacati, prima di pronunciarsi, attendono di conoscere la reale disponibilità dell‘azienda a effettuare modifiche al piano, che però dipenderà molto dalle soluzioni offerte dal fronte istituzionale.

“Indesit ha dichiarato la propria disponibilità a riconsiderare il piano industriale”, spiegano in una nota unitaria Cgil,Cisl e Uilm, sottolineando però che “l‘azienda ha subordinato tale disponibilità a un confronto con i rappresentanti delle istituzioni per valutare la sostenibilità di un piano diverso, anche alla luce degli strumenti che le istituzioni regionali e nazionali metteranno a disposizione”.

“Un giudizio di merito delle organizzazioni sindacali e dei lavoratori, quindi, sarà possibile solo alla luce delle ulteriori proposte di disponibilità che l‘azienda presenterà al sindacato”, conclude quindi la nota, aggiungendo che sono state proclamate altre 4 ore di sciopero da effettuarsi entro il 29 luglio.

Oggi si è inoltre tenuta l‘audizione del presidente e AD di Indesit Marco Milani di fronte alla Commissione Industria del Senato, durante la quale Milani ha illustrato il piano di riassetto. Milani tornerà in Commissione giovedì 18 luglio per rispondere a eventuali domande dei senatori.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below