11 luglio 2013 / 09:01 / tra 4 anni

Bce non è legata "mani e piedi" alla forward guidance, avverte Weidmann

MONACO, Germania (Reuters) - La Banca centrale europea non si è “legata all‘albero maestro” della forward guidance sui bassi tassi di interesse, ma potrebbe aumentarli non appena emergessero pressioni inflazionistiche. Lo ha detto oggi Jens Weidmann, capo della Bundesbank e membro del board della Bce, nel quale è il capofila dei ‘falchi’.

Weidmann ha detto che l‘impegno assunto la scorsa settimana dall‘istituto centrale di mantenere eccezionalmente bassi i suoi tassi di interesse - o addirittura di tagliarli ancora - è giustificato da previsioni su un‘inflazione molto contenuta e sul contesto economico debole.

Ma ha aggiunto che la linea di politica monetaria della Bce segue gli sviluppi dell‘economia.

“Non si tratta di un impegno preventivo e assoluto sul tasso di interesse”, ha detto nel testo di un discorso che pronuncerà a Monaco di Baviera. “Il consiglio della Bce non si è legata come Ulisse all‘albero della nave”. Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below