10 luglio 2013 / 09:09 / 4 anni fa

Ue, Visco: resta da spezzare circolo vizioso debiti sovrani-banche

ROMA (Reuters) - Gli accordi raggiunti durante le riunioni di Eurogruppo ed Ecofin di fine giugno rappresentano un passo importante verso l‘Unione bancaria ma “non consentono di spezzare il circolo vizioso tra le condizioni dei debitori sovrani e quelle delle banche e di eliminare la frammentazione nazionale dei mercati finanziari”.

Lo dice il governatore della Banca d‘Italia, Ignazio Visco, intervenendo all‘assemblea annuale dell‘Abi, l‘associazione bancaria italiana.

“Va realizzato al più presto un meccanismo di risoluzione europeo, comprendente un‘autorità di risoluzione unica e risorse comuni, in grado di far fronte a crisi di natura sistemica, di evitare fenomeni di contagio. La possibilità di utilizzare i fondi dell‘Esm per la ricapitalizzazione diretta delle banche è di fatto rimandata di molti mesi, essendo condizionata all‘attivazione del supervisore unico europeo”, dice Visco.

“Resta la possibilità di utilizzare questi fondi indirettamente, con prestiti dell‘Esm agli stati membri, ma inquesto modo la ricapitalizzazione delle banche va a incidere sul debito pubblico degli stati interessati”, osserva Visco.

(Giuseppe Fonte e Paolo Biondi)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below