9 luglio 2013 / 07:14 / tra 4 anni

Btp stabili, supporto da schiarita Grecia in attesa round aste

MILANO (Reuters) - Andamento poco variato per il mercato obbligazionario italiano supportato, con l‘intero comparto della periferia europea, dal via libera dato ieri sera dall‘Eurogruppo alla prossima tranche di aiuti alla Grecia, alla vigilia dell‘inizio della tornata d‘aste di inizio mese.

Il presidente del Consiglio Enrico Letta e la cancelliera tedesca Angela Merkel a Berlino lo scorso 30 aprile. REUTERS/Fabrizio Bensch

“Da Bruxelles è arrivato l‘ok ai fondi ad Atene e ne ha beneficiato l‘intera periferia, Italia compresa. Il mercato si avvia verso le aste in un clima di tranquillità”, dice un dealer di una banca italiana specialista.

Intorno alle 12,00 il rendimento del decennale italiano scende al 4,379% da 4,383% della chiusura di ieri e lo spread con l‘analoga scadenza del Bund è stabile a 268 punti base,, dopo essere sceso in mattinata fino a 263 punti base, minimo dallo scorso 4 giugno.

Domani il Tesoro metterà a disposizione degli investitori 7 miliardi di Bot annuali e 2,5 miliardi di flessibili a 160 giorni, mentre giovedì sarà la volta del segmento a medio lungo.

Nel dettaglio, verranno offerti da 3 a a 3,5 miliardi del Btp triennale maggio 2016, 1-1,5 miliardi del trentennale settembre 2044 e, infine, 1-1,5 miliardi del Ccteu novmebre 2018.

Complessivamente, dunque, il ministero dell‘Economia metterà sul piatto fino a 16 miliardi di titoli.

A supporto delle emissioni, le rassicurazioni fornite della Banca centrale europea rispetto al mantenimento di orientamento accomodante per un ampio lasso di tempo, che hanno in parte controbilanciato la prospettiva di una riduzione dello stimolo monetario da parte della Federal Reserve.

Stamane, intanto, ad attivarsi sul primario è stata la Spagna, che ha aperto il libro ordini per una nuova emissione a 15 anni via sindacato, riaffacciandosi su questa scadenza per la prima da marzo 2011. Le richieste iniziali si aggirano, secondo quanto riferito da Ifr, sui 4 miliardi.

“L‘emissione spagnola era del tutto inattesa, devo dire che non sta pesando troppo sul mercato, e questa è un‘indicazione positiva in vista dell‘asta del trentennale italiano di giovedì”, dice un secondo dealer.

Sul segmento a brevissimo, inoltre, la Grecia ha raccolto 1,625 miliardi di titoli a sei mesi, allo scopo di rifinanziare un’ emissione in scadenza, pagando un tasso del 4,70%, stabile rispetto all‘asta precedente.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below