July 8, 2013 / 1:51 PM / 5 years ago

Zona euro, Draghi: tassi più alti destabilizzerebbero economia fragile

BRUXELLES (Reuters) - Per la zona euro, la cui economia versa in condizioni di continua debolezza, tassi di riferimento più elevati di quelli attuali avrebbero un effetto destabilizzante.

Il presidente della Bce Mario Draghi. REUTERS/Yves Herman

Lo dice il presidente Bce Mario Draghi in un’audizione alla commissione per gli Affari economici e monetari del parlamento europeo.

“E’ difficile dissentire dalla valutazione della Banca per i regolamenti internazionali (Bri) sui rischi connessi a un periodo prolungato di tassi bassi”, dichiara, precisando che i rischi si possono suddividere nelle due categorie di micro e macro.

“La situazione attuale dal punto di vista della stabilità dei prezzi e dell’economia più in generale non giustificherebbe tassi più elevati”, aggiunge.

Secondo l’inquilino dell’Eurotower, i cui commenti ricalcano quelli seguiti al consiglio della settimana scorsa che ha confermato il tasso del denaro, anche se un periodo prolungato di tassi bassi comporta effetti indesiderati, al momento attuale il rischio maggiore è quello di una prolungata recessione.

Ricordando la posizione dei paesi più in difficoltà, il banchiere centrale europeo fa poi riferimento al caso portoghese per sottolineare come Lisbona non abbia alternative rispetto al consolidamento di bilancio, ma l’aggiustamento dei conti non deve trascurare il rilancio della crescita.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below