July 8, 2013 / 10:39 AM / 5 years ago

Greggio in calo su rafforzamento dollaro, Brent intorno a 107 dollari

LONDRA (Reuters) - Greggio in calo alla fine della mattinata europea sulla scia del rafforzamento del dollaro, con il Brent che scivola verso i 107 dollari al barile dopo aver toccato, a inizio seduta, un massimo da tre mesi a causa della crisi egiziana che alimenta i timori di un calo dell’offerta.

Il dollaro è salito su livelli che non vedeva da tre anni e sembra destinato a salire ancora sulle prospettive di una interruzione del piano di stimoli monetari della Federal Reserve. Un dollaro forte rende le commodities come il greggio, scambiate in valuta Usa, più care per gli investitori che usano altre monete e questo tipicamente ne affossa i prezzi.

Intorno alle 12,30 il Brent cede 68 centesimi a 107,04 dollari dopo un picco a 108,04 dollari, massimo dallo scorso 4 aprile. Il greggio Usa è in calo di 29 cent a 102,91 dollari dopo un massimo intraday a 104,12 dollari, che ha rinnovato i massimi degli ultimi 14 mesi.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below