8 luglio 2013 / 06:54 / tra 4 anni

Borse Asia-Pacifico, indici in calo su timori disimpegno Fed

MILANO (Reuters) - Seduta in netto calo per le borse dell‘area Asia-Pacifico dopo che dati migliori del previsto sull‘occupazione Usa hanno aumentato le probabilità di un taglio agli stimoli monetari, nei prossimi mesi, da parte della Fed.

I mercati cinesi e l‘intera regione sono stati condizionati anche dal piano di Pechino di stringere sul credito per forzare alcuni settori industriali affetti da sovracapacità verso un consolidamento e per disinnescare così il rischio di un‘economia dipendente dal basso costo del debito.

Intorno alle 8,30 l‘indice regionale Msci cede l‘1,6%. Il Nikkei della Borsa di Tokyo, non compresa nell‘indice, ha perso l‘1,4%.

SHANGHAI è in calo di oltre il 2%, mentre HONG KONG perde l‘1,8%. L‘indice cinese CSI300 ha perso il 13% da inizio anno contro il +10% dell‘MSCI asiatico. Secondo le attese degli analisti la crescita economica della Cina dovrebbe essersi attestata intorno a +7,5% per il periodo aprile-giugno, segnando un rallentamento rispetto al trimestre precedente; se venisse confermata per l‘intero 2013, si tratterebbe della crescita più bassa da 23 anni.

Ribassi diffusi tra gli altri mercati asiatici, con TAIWAN appesantita dalla debolezza di HTC sulla scia di risultati inferiori alle attese.

I tecnologici pesano anche su SEOUL, mentre SYDNEY (-0,7%) risente del calo dei prezzi dei metali.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below