28 giugno 2013 / 15:23 / tra 4 anni

Fiat, sciopero Fiom, dati contrastanti su adesione

Il logo Fiat su un'automobile della casa torinese. REUTERS/Mike Segar

TORINO (Reuters) - La Fiom ha indetto per oggi uno sciopero nazionale di otto ore negli stabilimenti Fiat e della componentistica per sollecitare un tavolo nazionale per settore automotive.

Al termine di una manifestazione a Roma, una delegazione del sindacato ha incontrato la presidente della Camera, Laura Boldrini, e il ministro per lo Sviluppo economico Flavio Zanonato.

Sulle adesioni alla protesta un portavoce Fiat ha detto che ha scioperato una media del 2,4% dei dipendenti del gruppo.

In una nota la Fiom di Torino dice che “nonostante la cassa integrazione che anche oggi a Torino ha tenuto fermi molti stabilimenti Fiat, a partire dalle Carrozzerie di Mirafiori, e molte aziende dell‘indotto, quella di oggi è stata una giornata importante di mobilitazione in tante aziende del nostro territorio”.

Alla Fiat Powertrain Industrial (Iveco) e Mirafiori hanno partecipato allo sciopero il 40% circa dei lavoratori, dice il sindacato che elenca anche una serie di aziende dell‘indotto con adesioni del 70-80% alla protesta.

Gianni Montani Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below