June 27, 2013 / 1:38 PM / 5 years ago

Rifiuti elettrici, in Italia raccolta -17% per crisi e furti

ROMA (Reuters) - Nel 2012 la raccolta di rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche in Italia è calata per la prima volta dopo cinque anni, registrando un -17% rispetto al 2011, a causa della crisi e dei furti di materie prime.

Lo dice oggi Ecodom, il consorzio per il recupero e il riciclaggio degli elettrodomestici, nel suo Rapporto di sostenibilità sul 2012.

“Dopo 5 anni di crescita ininterrotta, per la prima volta frena la raccolta di Raee (Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche). Alla base della contrazione, il pesante calo delle vendite di apparecchiature, ma soprattutto il preoccupante aumento del fenomeno della sottrazione di Raee a maggior contenuto di materie prime”, dice un comunicato.

L’anno scorso Ecodom ha trattato circa 72.000 tonnellate di Raee, tra frigo, condizionatori, lavatrici, forni, computer e piccoli elettrodomestici, recuperando 62.000 tonnellate di materie prime, soprattutto ferro, poi plastica, rame e alluminio.

Ma secondo Ecodom solo un quarto dei Raee prodotti in Italia viene gestito dalla rete “formale”, mentre di circa 700.000 tonnellate l’anno si perdono le tracce, in parte per l’export in paesi in via di sviluppo. Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below