24 giugno 2013 / 07:49 / tra 4 anni

Cina, crisi credito si attenua, per Pboc fondi sufficienti

SHANGHAI (Reuters) - I timori di una crisi del credito nel sistema bancario cinese si sono attenuati oggi con tassi di interesse a breve termine in calo e la banca centrale che ha assicurato che ci sono fondi sufficienti sul mercato, ma le banche continuano ad aver bisogno di fondi per migliorare la gestione della loro liquidità e controllare i loro prestiti.

La Banca Popolare della Cina (PBOC) ha architettato una riduzione di liquidità sui mercati monetari per cercare di tenere a freno l‘eccessiva crescita del credito, soprattutto in quello che viene chiamato “sistema bancario ombra” - basato su forme di prestiti informali - provocando un rialzo dei tassi di interesse al 25% e oltre in alcuni contratti della scorsa settimana.

Il tasso overnight repo, un indicatore chiave della liquidità nel mercato interbancario della Cina, oggi è sceso di 193 punti base al 7,32% su base media ponderata, il livello più basso dallo scorso martedì.

Questo tasso medio ponderato era salito all‘11,74% lo scorso giovedi.

“Il panico circa una carenza di liquidità sembra essersi attenuato. Stiamo prestando più soldi, ma non ho sentito di nessuna iniezione di fondi da parte della banca nel mercato” dice il dealer di un‘importante banca statale a Shanghai.

La PBOC ha detto che la liquidità complessiva è su un livello ragionevole e che ha incaricato le banche di controllare l‘espansione del credito e migliorare la gestione della liquidità.

Il tasso benchmark a sette giorni è sceso a 7,47% dal 9,25%, il livello più basso dal 13 giugno.

Nonostante il miglioramento delle condizioni di finanziamento, le borse sono scese nettamente oggi, con l‘indice CSI300 delle maggiori aziende in calo del 4%.

Il sottoindice finanziario è sceso del 5,7%.

Gli analisti e gli operatori dicono che la PBOC è preoccupata per varie attività, tra cui l‘arbitraggio, la speculazione e il prestito sotterraneo, che pensa stanno aumentando la leva finanziaria e i rischi finanziari senza sostenere l‘economia reale.

“E’ molto più facile prendere a prestito fondi oggi, ma i costi restano elevati. La nostra attività apparentemente funziona, ma più che altro in ambito finanziario, per la gestione patrimoniale”, dice un trader di una banca commerciale di medie dimensioni a Shanghai.

L‘agenzia di stampa statale Xinhua ha detto domenica che la liquidità nel sistema bancario è abbondante, ma che i fondi sono male indirizzati.

“Molte grandi aziende stanno ancora spendendo molto e facendo grandi acquisti in prodotti di gestione patrimoniale. Vi è anche un sacco di denaro caldo in cerca di investimenti speculativi e il prestito privato è ancora diffuso” ha detto l‘agenzia. Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below