18 giugno 2013 / 07:05 / tra 4 anni

Auto Europa, maggio in calo del 5,9% annuo, Fiat perde l'11%

MILANO (Reuters) - Nuovo calo per l‘auto in Europa, che a maggio naviga intorno ai minimi da vent‘anni, con il gruppo Fiat che perde più del mercato, non lontano però dal trend segnato nei primi cinque mesi del 2013.

Il marchio Fiat sul cerchione del pneumatico di un'auto. REUTERS/Stefano Rellandini

Le immatricolazioni di auto nell‘area Ue27 + Efta si attestano a 1,083 milioni di veicoli, in calo del 5,9% su anno, secondo i dati dell‘associazione dei produttori Acea.

Nei primi cinque mesi 2013 il ribasso è stato del 6,8% a 5,261 milioni.

Il gruppo Fiat registra un calo dell‘11% a 73.758 veicoli, la sua quota di mercato scende a 6,8% da 7,2% dello stesso periodo del 2012, ma sale rispetto al 6% di aprile 2013.

Nei primi cinque mesi dell‘anno il gruppo italiano ha segnato un calo del 9,6% a 340.035, per una quota di mercato del 6,5% dal 6,7% del 2012.

Segni negativi per i principali tre mercati, che rappresentano circa la metà dei volumi nell‘area, con la Germania a -9,9%, l‘Italia a -8% e la Francia a -10,4%.

I numeri indicano un andamento simile per i tre Paesi, ma la posizione dell‘Italia è più debole.

“Rispetto ai livelli ante-crisi (2007) infatti nel 2012 il calo delle immatricolazioni è stato in Germania del 2,1%, in Francia dell‘8,3% e in Italia di ben il 44%”, dice una nota del Centro Studi Promotor (Csp).

Il Regno Unito registra invece un aumento dell‘11%.

La rielaborazione dei numeri realizzata dal Csp rileva che il problema del mercato in Europa è la zona euro, penalizzata dalle politiche del rigore.

“Nell‘Eurozona si registra un calo del 9%, mentre il complesso dei paesi non euro, trainato dal Regno Unito (+11%), cresce del 4,3%”, dice la nota.

I marchi di lusso, che solo da pochi mesi hanno cominciato a mostrare segni negativi, vedono un recupero di Mercedes, che a maggio sale del 2,6%. Audi -3,9%, Bmw -7,3%.

MARCHIO FIAT IN LINEA, GIU’ ALFA E LANCIA

Il marchio Fiat segna un ribasso del 6%, in linea con quello del mercato, mentre Lancia e Alfa Romeo, calano di oltre il 20%.

I due marchi “hanno problemi di mancanza di nuovi modelli”, dice un analista. “Su Lancia il gruppo ha già detto che non intende investire in modo massiccio. Per quanto riguarda Alfa Romeo, si attendono ancora indicazioni sui possibili nuovi modelli che dovranno occupare segmenti di fascia alta”.

Il gruppo soffre “della mancanza di componenti Selmat, che continuano ad arrivare in misura insufficiente”, dice una nota Fiat. “Numerosissimi veicoli sono tuttora fermi sui piazzali, in attesa di completamento”.

Grazie a Panda e a 500, il marchio ha ottenuto “significativi risultati in Francia (+12,3%), nel Regno Unito (+9,5%) e in Spagna (+9,6%)”.

Freemont si conferma per il “23mo mese consecutivo il SUV più venduto della sua categoria in Italia e tra le top ten del suo segmento in Europa”.

(Redazione Milano,reutersitaly@thomsonreuters.com,+39 02 66129431, Reuters messaging: stefano.rebaudo.reuters.com@reuters.net)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below