14 giugno 2013 / 17:03 / tra 5 anni

Schaeuble: Italia, Germania, Francia, Spagna non vogliono cambiare Patto stabilità

ROMA (Reuters) - Italia, Germania, Francia e Spagna sono “del tutto d‘accordo” che non bisogna cambiare il Patto di stabilità europeo.

Così ha risposto il ministro delle Finanze tedesco, Wolfgang Schaeuble, alla domanda se vi siano margini per dedurre dai saldi di finanza pubblica le spese per sostenere la crescita come gli investimenti.

“Siamo del tutto d‘accordo che non bisogna cambiare le regole del Patto di stabilità e di crescita”, ha detto Schaeuble aggiungendo che le regole comunitarie già ora offrono “sufficiente flessibilità” per politiche anticicliche.

Appena insediato il governo, il ministro dell‘Economia Fabrizio Saccomanni ha parlato della possibilità di dedurre dal computo del deficit la quota nazionale di cofinanziamento dei fondi strutturali europei.

Il 2 maggio l‘ex direttore generale di Bankitalia ha indicato in 10-12 miliardi la mole di investimenti che il governo punterebbe a liberare dal Patto di stabilità entro il 2015.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below