11 giugno 2013 / 15:14 / tra 4 anni

Ilva, Tajani: possibile ricorso a piano acciaio Ue e aiuti Stato

ROMA (Reuters) - Per il risanamento dell‘Ilva di Taranto l‘Italia potrà fare affidamento sul nuovo piano d‘azione della Commissione europea per il rilancio del settore dell‘acciaio e anche sugli aiuti di Stato legati alla riqualificazione ambientale.

Lo ha detto il vice presidente dell‘esecutivo Ue e commissario all‘Industria Antonio Tajani, nel corso di una conferenza stampa da Strasburgo trasmessa in diretta sul web. Il presidente del Consiglio Enrico Letta ha espresso compiacimento per le dichiarazioni di Tajani.

“Il piano d‘azione è una specie di quadro generale che permetterà agli Stati membri di poter intervenire”, ha detto Tajani rispondendo a una domanda sullo stabilimento siderurgico della città pugliese, la cui gestione è stata commissariata dal governo nei giorni scorsi per attuare il risanamento ambientale previsto dalla legge 231.

“Se vogliamo applicarlo all‘Ilva penso all‘utilizzo dei fondi Bei (Banca europea degli investimenti), dei fondi per il carbone e l‘acciaio, per la salute dei lavoratori, e agli aiuti di Stato finalizzati alla riqualificazione ambientale”, ha detto ancora il commissario italiano.

Il piano presentato oggi punta a ridurre l‘eccesso di burocrazia, a incentivare l‘innovazione e a sostenere l‘apprendistato di settore, oltre a studiare i sistemi per ridurre i costi dell‘energia, per un settore che negli ultimi anni ha perduto circa 40.000 posti di lavoro.

“A distanza di 30 anni dal piano Davignon, del 1981, con questo nuovo intervento l‘Unione Europea riconosce che l‘industria dell‘acciaio è attraversata da una crisi profonda e sottolinea la necessità di salvaguardare il grande potenziale di sviluppo di questo settore, imponendo un cambio di rotta che assicuri produttività, sostenibilità e occupazione. L‘azione dell‘Europa è una buona notizia per l‘Italia e per il governo, che è impegnato a difendere il patrimonio di industrie in questo settore, come testimoniato dal provvedimento straordinario riguardante l‘Ilva approvato il 4 giugno”, scrive Letta in una nota diramata da palazzo Chigi.

Secondo Letta “il piano adottato oggi è un altro segno che l‘industrializzazione e la competitività della manifattura stanno tornando al centro dell‘agenda europea: l‘Italia si batterà nei prossimi mesi affinché i temi della competitività dei sistemi industriali, dei prezzi dell‘energia e del futuro dell‘industria manifatturiera diventino una priorità, anche in vista del Consiglio europeo tematico di febbraio 2014 sulla competitività dei sistemi industriali”.

Massimiliano Di Giorgio Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below