7 giugno 2013 / 11:19 / 4 anni fa

Marchionne: Fiat non farà nuovo debito per quota Veba in Chrysler

L'ad di Fiat, Sergio Marchionne, Torino, 30 gennaio 2013. REUTERS/Stefano Rellandini

VENEZIA (Reuters) - Fiat ribadisce che non è necessaria l‘emissione di nuovo debito per finanziare l‘acquisizione del 41,5% di Chrysler in mano a Veba, su cui proseguono le trattative.

Lo ha detto l‘AD Sergio Marchionne, durante una conferenza a Venezia, smentendo inoltre le indiscrezioni di stampa dei giorni scorsi che parlavano di colloqui per raccogliere fino a 10 miliardi di dollari di nuove risorse.

“Non abbiamo una necessità immediata di rifinanziamento, non faremo nuovo debito”, ha detto Marchionne.

“Quella cifra è sbagliata”, ha detto in merito alle indiscrezioni sui 10 miliardi di dollari.

Marchionne a inizio aprile ha detto che Fiat avrà bisogno di un aumento di capitale nel medio termine.

Gli analisti attendono un rafforzamento del patrimonio contestualmente o dopo la fusione con Chrysler e la possibile Ipo a Wall Street.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below