3 giugno 2013 / 07:34 / 4 anni fa

Exor cede Sgs a Gbl per 2 miliardi euro, plusvalenza 1,53 miliardi

L'Ad di Fiat Sergio Marchionne, Ginevra 5 marzo 2013. REUTERS/Denis Balibouse

MILANO (Reuters) - Exor, holding della famiglia Agnelli che controlla il gruppo Fiat, ha raggiunto un accordo per vendere l‘intera partecipazione nella società di certificazione svizzera Sgs, pari al 15% del capitale, a Gbl a 2,128 franchi svizzeri per azione, pari ad un incasso di 2 miliardi di euro e ad una plusvalenza di 1,53 miliardi.

Lo annuncia una nota ricordando che il perfezionamento dell‘operazione avverrà il 10 giugno e che “il ricavato sarà utilizzato per cogliere nuove opportunità”.

Exor è azionista di Sgs dal 2000. Da allora la società ha aumentato la capitalizzazione di quattro volte e più che raddoppiato i ricavi a 5,6 miliardi di franchi svizzeri.

L‘Ad di Fiat Sergio Marchionne resterà presidente di Sgs.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below