30 maggio 2013 / 09:29 / 5 anni fa

Btp chiudono positivi dopo buone aste a tassi in lieve rialzo

MILANO (Reuters) - Chiusura in rialzo per i Btp, sostenuti dalla buona domanda registrata nei collocamenti a medio-lungo di questa mattina, in cui il Tesoro ha registrato il tutto esaurito, pur pagando tassi leggermente più alti rispetto a un mese fa.

Un operatore a lavoro. REUTERS/Brendan McDermid

“Il messaggio arrivato dall‘asta è stato positivo ed ha favorito un mini-rimbalzo del mercato, che era partito un po’ pesante”, dice un dealer di una delle principali banche italiane, che parla di “flussi in acquisto su tutta la curva”.

Stamane il ministero dell‘Economia ha collocato 5,75 miliardi, l‘intero ammontare offerto, di titoli a cinque e dieci anni, a rendimenti in lieve rialzo rispetto all‘asta di fine aprile, quando erano scesi ai minimi da ottobre 2010.

“I tassi sono risultati un po’ più alti rispetto al mese scorso, ma questo rialzo riflette l‘andamento del mercato, specie da mercoledì della settimana scorsa, post Bernanke, quindi era atteso”, spiega Luca Cazzulani, strategist di UniCredit.

Nelle ultime sedute i bond periferici, Btp compresi, hanno scontato una maggiore cautela degli investitori verso gli asset a rischio, reduci da un rally durato settimane, dopo che il governatore della Federal Reserve Ben Bernanke ha ventilato la possibilità di ridurre la portata del programma di ‘quantitative easing’ se l‘economia Usa dovesse mostrare segnali di miglioramento.

Possibilità che sembra essersi fatta più remota, visto che questo pomeriggio il Pil americano del primo trimestre è stato rivisto al ribasso in seconda lettura, mentre nell‘ultima settimana sono salite le nuove richieste di sussidi per la disoccupazione.

Intorno alle 17,20 il tasso del Btp decennale scende al 4,101% da 4,18% del finale di seduta di ieri, dopo una puntata in apertura a 4,23%, massimo dal 19 aprile scorso.

Lo spread con l‘analoga scadenza del Bund, ampliatosi fino a 275 punti base prima dell‘asta, si attesta in chiusura a 263 punti base dai 268 punti del finale di seduta di ieri.

A favorire il buon esito del collocamento odierno, spiegano gli analisti, il supporto di liquidità derivante dalla scadenza di titoli a medio lungo termine per 17,2 miliardi, che ha evitato un‘eccessiva pressione del lato dell‘offerta.

Contando anche le riapertura del Bot semestrale novembre 2013, interamente assegnata nel pomeriggio, secondo calcoli Reuters, il Tesoro ha completato quasi il 53% del programma di emissioni previsto per quest‘anno.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below