28 maggio 2013 / 14:24 / 4 anni fa

Pannelli solari, Ue non cederà a pressioni cinesi

BRUXELLES (Reuters) - Il commissario al Commercio dell‘Ue ha detto oggi di non voler cedere alle richieste cinesi di cancellare i previsti dazi sull‘importazione di pannelli solari, definendo la pressione da parte di Pechino “una perdita di tempo”.

La maggioranza dei governi Ue, comprese Germania e Gran Bretagna, si oppone al piano della Commissione europea di imporre pesanti dazi sui pannelli dal mese prossimo, secondo un sondaggio realizzato ieri da Reuters.

Il commissario Karel De Gucht, che ieri ha incontrato il vice-ministro cinese del commercio Zhong Shan a Bruxelles, ha confermato che c‘è un‘ampia resistenza da parte degli stati membri, ma che i governi sono chiaramente in lobby con Pechino.

“(I cinesi) non mi impressioneranno facendo pressione su stati membri”, ha detto De Gucht alla commissione per il commercio del parlamento europeo.

“Non mi interessa se questo succede con il più grande e popoloso stato del mondo. Per me è lo stesso. Quindi possono provare a fare pressione sugli stati membri, ma perderanno il loro tempo a tentare di farlo con me”.

La Commissione accusa le aziende cinesi a vendere i pannelli solari sottocosto in Europa - una pratica conosciuta come dumping - e per questo vuole imporre dazi, rendendo più difficile per la Cina ottenere quote di mercato.

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below