May 14, 2013 / 7:28 AM / 6 years ago

Borsa Milano in rialzo, bene Ferragamo, Fiat, giù Unipol, Mediaset

MILANO (Reuters) - Piazza Affari archivia in rialzo una seduta nervosa, caratterizzata da diverse oscillazioni.

L'ingresso di Borsa Italiana a Milano. REUTERS/Stefano Rellandini

Mattinata monopolizzata dall’indice Zew, che ha deluso le attese. “Il quadro, che arriva dagli investitori tedeschi, non evidenzia particolari miglioramenti dell’economia della Germania”, commenta Filippo A. Diodovich, market strategist di IG.

Nella seconda parte della giornata, complice l’avvio in rialzo di Wall Street, il trend è divenuto stabilmente positivo.

In chiusura, l’indice FTSE Mib ha guadagnato lo 0,84% e l’AllShare lo 0,84%, mentre il MidCap ha perso lo 0,17%.

Volumi per un controvalore di circa 3,1 miliardi di euro.

* Banche complessivamente positive: il paniere è salito dello 0,75%. Al palo UNICREDIT (invariata). INTESA SANPAOLO (+1,88%) premiata dopo la pubblicazione dei risultati trimestrali. [ID:nL6N0DV3AZ]. UBI in rialzo dell’1,9% dopo risultati nel complesso allineati alle aspettative, secondo un trader.

* Segno meno per BANCO POPOLARE (-1,15%) e MEDIOLANUM (-0,28%). Pesanti da diverse sedute, POPOLARE MILANO (+0,79%) e MONTEPASCHI (+1,24%) rialzano la testa.

* Restando ai finanziari, toniche AZIMUT (+2,94%) e GENERALI (+0,97%).

* Fra gli assicurativi, in lettera la galassia Unipol, affossata dal nuovo capitolo delle indagine giudiziarie: FONDIARIA-SAI -4,97%, MILANO ASSICURAZIONI -4,09%, UNIPOL -3,05% e PREMAFIN -2,85%.

* FERRAGAMO brillante (+3,85%) sulla scia di una solida trimestrale e di indicazioni incoraggianti per il secondo trimestre e l’intero anno, che hanno spinto alcuni broker ad alzare il prezzo obiettivo sul titolo.

* MEDIASET pesante (-2,88%), secondo l’interpretazione dei trader, colpita dalle prese di beneficio in vista della pubblicazione dei risultati trimestrali.

* CAMPARI ancora in sofferenza (-1,49%), con gli analisti che hanno tagliato le stime dopo un primo trimestre deludente.

* DIASORIN (+0,99%) ha proseguito il trend rialzista, cominciato dopo la trimestrale e la conferma delle stime di alcuni giorni fa. Exane Bnp Paribas ha alzato il target price a 26 da 23 euro, ribadendo neutral.

* Automotive rombante in Europa: il paniere è avanzato del 2,12%. FIAT (+2,38%), FIAT INDUSTRIAL (+0,34%) ed EXOR (+2,36%) in linea.

* Poco mossa PIRELLI (-0,06%) nella giornata dell’assemblea della holding di controllo CAMFIN (+0,34%).

* Nel comparto, nonostante una trimestrale soddisfacente secondo il mercato, BREMBO ha lasciato sul terreno l’1,27%, penalizzata da multipli che già incorporano le attese di crescita sui conti.

* ENEL poco mossa (+0,54%), nonostante l’indiscrezione stampa secondo cui il gruppo starebbe valutando la cessione della slovacca Slovenske Elektrarne.

* Meglio, nel complesso, gli altri energetici. ENI (+2,16%) sostanzialmente in linea con il paniere europeo dei petroliferi (+0,85%). In scia TENARIS (+1,14%). Più staccate ENEL GREEN POWER (+0,78%) e SNAM (+0,42%). Segno meno per SAIPEM (-1,11%).

* Fuori dal paniere princiale, tonica ERG (+1,84%) dopo risultati sopra le attese, trainati dalle rinnovabili.

* Per quanto riguarda le società di infrastrutture e ingegneristica legate al settore energetico, PRYSMIAN ben intonata (+0,96%) nella giornata in cui ha inaugurato una nuova fabbrica in Romania. Non si arresta la corsa di MAIRE TECNIMONT (+6,04%), cominciata con l’accordo con le banche sulla rinegoziazione del debito.

* In calo ATLANTIA (-0,84%) e FINMECCANICA (-1,14%).

* AUTOGRILL in denaro (+1,09%) dopo i conti trimestrali.

* Discreta performance di LUXOTTICA (+1,62%): un report di Morgan Stanley indica la società di occhialeria tra i dieci titoli destinati a beneficiare, nei prossimi quindici anni, del progressivo invecchiamento della popolazione mondiale, con particolare attenzione agli over 65, fascia di età che, sottolinea la banca d’affari, in Europa, Stati Uniti e Cina cresce ad un ritmo pari a tre volte la popolazione che va dai 20 ai 64 anni.

* EUROTECH fanalino di coda del listino: -5,43%. Ieri, la società friulana ha comunicato una trimestrale in linea con le attese, secondo un broker.

* Tra i gruppi che hanno pubblicato i risultati trimestrali, fra ieri e oggi, in volo ROSSS (+11,11%), EMAK (+4,68%) e ACEA (+3,41%).

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below