3 maggio 2013 / 12:32 / 5 anni fa

Atlantia, minAmbiente chiede 800 milioni e allenta procedura su danni ambiente

ROMA (Reuters) - Il ministero dell‘ambiente ha chiesto ad Atlantia un risarcimento per 800 milioni per una ipotesi di danni ambientali legata agli scavi nei lavori della variante di Valico.

Lo ha precisato a Reuters un portavoce del ministero aggiungendo che l‘ex ministro Corrado Clini, ha portato nell‘ultimo consiglio del governo di Mario Monti, che l‘ha approvata, una modifica della legge sul risarcimento dei danni ambientali.

“Il risarcimento richiesto è di 800 milioni ed è stato valutato dall‘Ispra”, ha detto il portavoce, aggiungendo che si tratta di un procedimento in corso da molto tempo al Tribunale di Firenze.

Quanto alle modifiche della normativa “vanno nel senso di chiedere un risarcimento solo nel caso in cui un‘azienda non ottemperi al ripristino ambientale” accertato e imposto dal giudice, spiega il portavoce, precisando che la nuova norma non è ancora in Gazzetta Ufficiale.

Atlantia nell‘assemblea di bilancio aveva dato conto di questa richiesta risarcitoria senza indicare la cifra e l‘AD Giovanni Castellucci aveva spiegato che non erano state appostate somme in bilancio a copertura ritenendo questa causa non fondata e dunque non rischiosa per la società.

Gemina che ha appena approvato la fusione in Atlantia, ha dato mandato agli amministratori, secondo la stampa, di verificare se la valutazione di Atlantia su questo caso è corretta in modo da poter tutelare la propria posizione patrimoniale nell‘ambito dell‘integrazione avvenuta con un concambio azionario.

E’ una procedura prevista dall‘accordo di fusione scattata dopo che la stessa Atlantia ha comunicato a Gemina la richiesta risarcitoria del ministero.

La contestazione riguarda il modo con cui vengono trattate le terre e rocce da scavo per le quali la legge prescrive lo smaltimento speciale se pericolose o consente il riutilizzo se considerate materiale ideoneo.

La valutazione del danno contestato ad Atlantia è stata fatta, ha spiegato il ministero, dall‘Ispra - istituto superiore di ricerca ambientale - che è l‘organo tecnico del ministero.

Clini, con una lettera, ha contestato all‘Ispra di aver voluto anche indicare ad Atlantia di dover appostare in bilancio una somma a copertura del danno richiesto.

Alberto Sisto Stefano Bernabei Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below