23 aprile 2013 / 07:13 / 5 anni fa

Borse Europa in moderato rialzo, pesa Cina, bene lusso e tech

MILANO (Reuters) - Avvio di seduta all‘insegna del cauto ottimismo per le borse europee.

Traders in una sala operativa. REUTERS/Brendan McDermid

L‘indice Hsbc sull‘attività manifatturiera in Cina di aprile getta un‘ombra sull‘andamento dell‘economia nel secondo trimestre.

Ma alcuni risultati trimestrali oltre le aspettative consentono all‘azionario di muoversi sopra la parità.

Attorno alle 9,45 italiane, l‘indice delle bluechip europee FTSEurofirst 300 guadagna lo 0,5% circa.

Per quanto riguarda le singole piazze, Londra avanza dello 0,2% circa, Francoforte è piatta, Parigi guadagna lo 0,7% circa, Madrid è in rialzo dello 0,8% circa, Lisbona sale dello 0,7% circa e Atene perde l‘1,1% circa.

Tra i titoli in evidenza:

* Debole l‘automotive, con MICHELIN pesante dopo la pubblicazione del dato sulle vendite del primo trimestre.

* Banche in moderato rialzo. Corre SWEDBANK grazie ai conti del primo trimestre oltre le attese.

* Sulla stessa linea gli assicurativi. HELVETIA risente dello stacco dividendo.

* Le società minerarie viaggiano in calo, pagando dazio ai segnali di frenata dell‘economia cinese.

* Piatte le costruzioni, poco meglio il paniere delle società chimiche. K+S risente della decisione di Nomura di tagliarne il target price.

* Food&beverage poco sopra la parità. ASSOCIATED BRITISH FOODS brilla grazie a un balzo del 20% dell‘utile nel primo semestre fiscale.

* Lo stoxx delle società finanziarie è positivo, senza particolari spunti.

* Meglio l‘healthcare, sebbene BIOMERIEUX arretri dopo i risultati del primo trimestre. Sale ROCHE nella giornata in cui ha annunciato il taglio di 170 posti di lavoro, in Germania e Usa, nel quadro della riorganizzazione del business della diagnostica.

* Bene il paniere delle conglomerate industriali. Spicca la performance di SCHNEIDER ELECTRIC sulla conferma della guidance 2013 dopo la pubblicazione dei risultati del primo trimestre. A picco ROYAL IMTECH: il gruppo olandese di ingegneristica ha annunciato il taglio di 1.300 posti di lavoro e ha incrementato la svalutazione delle attività in Germania a 220 da 150 milioni precedenti.

* Media piuttosto tonici, con acquisti generalizzati.

* Energetici cauti, con PREMIER OIL che corre dopo aver annunciato una scoperta di greggio in un pozzo a Bonneville, in Gran Bretagna.

* Utilities ugualmente poco mosse. ENAGAS brillante dopo la pubblicazione dei conti trimestrali.

* Lusso al galoppo. RICHEMONT spicca: l‘utile netto è balzato del 30% nell‘anno fiscale.

* Più cauto il retail, ma DUFRY corre dopo che Goldman Sachs l‘ha aggiunta alla conviction buy list.

* Tecnologici in denaro, con ARM HOLDINGS in evidenza dopo conti trimestrali oltre le attese. ASM INTERNATIONAL tonica dopo le dimissioni del presidente del consiglio di sorveglianza.

* Tlc in rosso. TELEFONICA risente della decisione di Nomura di ridurne il rating a “neutral” da “buy”.

* Le società legate ai viaggi e al tempo libero vedono prevalere i rialzi. ACCOR scende dopo che, secondo quanto riferiscono Le Figaro e Les Echos, l‘AD Denis Hennequin è finito nel mirino degli azionisti di riferimento, scontenti di una strategia troppo cauta in materia di cessioni. Crolla la società greca di scommesse OPAP: ieri è emerso che Atene ha ricevuto una sola offerta, oltretutto a sconto, per la cessione di una quota del 33%. Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below