April 17, 2013 / 6:37 AM / 6 years ago

Borse Europa, indici virano in negativo, vendite diffuse

LONDRA (Reuters) - Dopo una partenza in rialzo, le piazze azionarie del vecchio continente invertono il trend e virano in negativo con i trader che citano diverse possibili ragioni per spiegare l’improvvisa e brusca frenata, che ha portato la rottura del supporto tecnico dell’indice paneuropeo, dando il via alle stop losses.

Trader al lavoro alla Borsa di Francofrte. REUTERS/Remote/Marte Kiesling

Tra le ragioni riportate dai trader, vi sono un possibile downgrade sovrano in arrivo in Europa, le nuove tensioni in Medio Oriente, un importante ordine in uscita di una banca di investimento chiave o anche un errore di trading sul tedesco Dax.

“I rumor sono molteplici ma la sostanza è che la correzione non è finita, mentre è chiaro che lo è il rally sullo Euro STOXX 50 iniziato la scorsa estate” dice un trader con sede a Parigi.

Intorno alle 10,30 l’indice FTSEurofirst 300 perde lo 0,77%. Francoforte cala dell’1,25%, Parigi dello 0,89%, Londra dello 0,57%.

I titoli in evidenza:

* Corre ASML, primo provider mondiale di attrezzature per produrre chip, che ha detto di attendersi una ripresa delle vendite nel secondo trimestre, pur confermando le prospettive di ricavi piatti quest’anno a causa dellla conversione dei consumatori dai pc ai tablet e agli smartphones.

* Un fatturato migliore delle attese nel quarto trimestre spinge al rialzo il titolo di BURBERRY. Il gruppo ha visto ricavi in crescita del 10% grazie alla forte domanda in Cina dei suoi prodotti più costosi, che ha anche contribuito amigliorare l’outlook sulle vendite della seconda metà dell’anno.

* Ben comprata EADS dopo che la tedesca Daimler ha venduto la sua quota nella società francese a 37 euro ad azione.

* TESCO ha annunciato che uscirà dal business in perdita negli Usa, con un ammortamento di 1,5 miliardi di euro che ha comportato per la società un calo degli utili annui per la prima volta in 20 anni. Il titolo scivola del 2,6% circa.

* Perde terreno HIKMA PHARMACEUTICALS che ha deciso di non vendere il busines dei farmaci iniettabili.

* VIRBAC è il peggior titolo dell’indice francese SBF 120, con un calo di oltre il 5%, dopo l’annuncio che difficilmente la società raggiungerà i target che si era prefissata per il 2013.

* La società mineraria AFFERRO balza del 17% sulla notizia che il gruppo di investimento IMIC si prepara a lanciare un’offerta per il produttore di minerale di ferro, che potenzialmente vale 147 milioni di sterline.

* In calo TRANSGAZ dopo che il governo rumeno ne ha venduto una quota del 15% sul mercato azionario.

* Giù anche MAUNA KEA in scia ai dati sulle vendite del primo trimestre che hanno deluso le aspettative del mercato.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below