16 aprile 2013 / 14:45 / 5 anni fa

Egp, Starace non vede cambiamenti in politica energetica

ROMA (Reuters) - I vertici di Enel Green Power non si aspettano cambiamenti nella politica energetica a causa del mutamento del quadro politico dopo le elezioni.

Lo ha detto l‘AD della società, Francesco Starace, rispondendo alla domanda di un analista nel corso della presentazione dell‘aggiornamento al 2017 del piano industriale.

“Non ci aspettiamo cambiamenti nella politica energetica. Nessuna variazione è stata proposta da partiti o movimenti”, ha risposto Starace alla domanda se temesse rivolgimenti nella strategia energetica.

Oggi la società per le rinnovabili ha detto di aspettarsi nel 2017 un ebitda fra i 2,5 e i 2,7 miliardi e che nel corso dell‘arco di piano distribuirà 1,1 miliardi di dividendi. La politica degli investimenti prevede impegni per 6,1 miliardi.

DIVERSIFICAZIONE GEOGRAFICA

Soldi che serviranno a sostenere l‘espansione soprattutto all‘estero, anche se in valori assoluti “l‘Italia continuerà a crescere”, ha detto Starace. Ma nel mirino della società, prima di un eventuale sbarco in Africa orientale, un‘area interessante per l‘AD ma per la quale non ci sono piani dettagliati al momento, c‘è il continente americano.

Così oltre al rafforzamento “della presenza negli Stati Uniti e nei Paesi dell‘America Latina in cui Enel Green Power già opera (Brasile, Cile, Messico, Centro America), il nuovo piano prevede anche l‘ingresso in cinque nuovi paesi (Colombia, Perù, Marocco, Sud Africa, Turchia)”.

E’ di due giorni fa, ha annunciato l‘AD, l‘assegnazione di una licenza per un campo eolico in Cile da 130 mW.

SOLARE ED EOLICO 20 ANNI DI SVILUPPO

Il cfo, Giulio Carone, ha detto che il nuovo piano industriale “incorpora la Robin tax fino al 2017”. Nel corso della conferenza stampa il manager ha precisato che i conti del piano sono stati fatti con l‘attuale livello dell‘aliquota.

La tassa introdotta nel 2008 è stata appesantita con un aumento di 4 punti, fino al 10,5%, dell‘aliquota deciso nel 2011 insieme all‘estensione della tassazione al settore delle rinnovabili. La maggiorazione, ad oggi, è previsto che rimanga in vigore fino al 2014.

L‘AD ha affrontato anche il tema delle strategie di lungo periodo. Oggi si deve distinguere fra le tecnologie già mature come “l‘idrico e il geotermico e quelle che possono svilupparsi. Credo che sia l‘eolico che il solare abbiano due decenni di importanti aumenti nei rendimenti e nella riduzione dei costi”, ha detto Starace, che ha aggiunto di guardare a qualsiasi tecnologia, anche quelle ancora allo studio come le maree.

(Alberto Sisto)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano.

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below