10 aprile 2013 / 07:35 / tra 5 anni

Borsa Milano chiude in rialzo oltre 3%, exploit banche e Fiat

MILANO (Reuters) - Piazza Affari archivia una seduta scoppiettante, soprattutto nella parte pomeridiana, con gli indici che accelerano senza freni dopo l‘apertura della borsa Usa, spinti dal deciso rally dei bancari.

Trader al lavoro. REUTERS/Remote/Pawel Kopczynski

“A essere onesti, buona parte degli operatori non si aspettava un rialzo così violento che ha preso tutti in contropiede” commenta un trader.

Se per dare una ragione plausibile all‘accelerazione dei listini italiani alcuni trader parlano di allentamento delle incertezze sul fronte politico dopo l‘incontro odierno Pd-Pdl in vista di un eventuale ‘governissimo’, di un recupero dalla debolezza accumulata da inizio anno e di un influsso positivo dall‘asta Bot [ID:nL5N0CW28D], altri si mantengono più cauti.

“Non ci sono a mio parere motivazioni tali da spiegare un rimbalzo così forte. Anche lo spread Btp-Bund, seppur decisamente tranquilllo, non si discosta in maniera sostanziale dai livelli delle ultime sedute. Per quanto riguarda l‘azionario, e in particolare le banche, credo si assista oggi a un deciso short-covering” dice un trader.

Il differenziale Italia-Germania chiude a 301 punti base dopo aver toccato i minimi dall‘8 marzo scorso (300,9 punti).

Nel pomeriggio, intanto, le minute Fomc contribuiscono a migliorare il sentiment degli operatori in Europa e oltreoceano, con la maggioranza dei membri che si è detta in sostanza favorevole a continuare la politica espansiva fino alla fine di quest‘anno.

L‘indice FTSEMib chiude in rialzo del 3,19%, l‘Allshare del 2,94%, mentre il controvalore dei volumi scambiati si attesta a 2,2 miliardi di euro.

Il benchmark europeo FTSEurofirst 300 avanza dell‘1,23%, salendo al massimo di una settimana, mentre gli indici di Wall Street guadagnano attorno a un punto percentuale, con l‘S&P 500 che tocca i massimi storici.

* In volata i titoli bancari e finanziari italiani, che galvanizzano l‘intero comparto europeo (+3,73%). Brillano in particolare MPS, alla testa del listino con +14,73% e BANCO POPOLARE a +9,68%. Seguono a ruota POP MILANO (+6,36%), POP EMILIA (+5,9%), UBI (5,75%), UNICREDIT (+5,67%) e MEDIOBANCA (+5,36%).

* Ancora brillante FIAT (+7,38%) che prosegue nel binario della vigilia. Oltre a un generale recupero, alcuni operatori citano le speculazioni legate a una visita fatta ieri da Audi allo stabilimento di Pomigliano, che il Lingotto ha ridimensionato a normale routine. [ID:nL5N0CX1AC] Altri tornano sulla prospettiva di fusione con Chrsyler. ”Tra i titoli che corrono oggi, Fiat è l‘unico ad avere una giustificazione. Lo scenario che si delinea sempre più concretamente è quello di una fusione entro un anno e di una successiva Ipo della controllata;

di questo beneficiano tutti gli investitori” commenta un dealer.

* Dopo una mattinata in negativo recupera TELECOM ITALIA, che chiude a +1,01% alla vigilia di un cda che discuterà dei contatti con H3G. “Le ipotesi di un‘integrazione tra Telecom e Hutchison Whampoa riportano l‘attenzione su un titolo a lungo dimenticato” osserva un operatore.

* Sul Ftse Mib chiude con segno meno solo IMPREGILO (-0,1%), che secondo indiscrezioni sarebbe destinata a uscire dal listino principale dopo una fusione con Salini che ridurrebbe fortemente il flottante.

* Tra le mid cap, ben comprata IREN (+5,32%) in scia ai conti che hanno evidenziato per il 2012 un utile netto di 152,6 milioni di euro rispetto a una perdita di 110,9 milioni di euro registrata l‘anno precedente.

* Spunti al rialzo per tutta la seduta su SEAT PG (+26,67%), con gli investitori che, secondo un trader, speculano su sviluppi riguardanti il concordato.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below