March 22, 2013 / 8:04 AM / 6 years ago

Borse Europa deboli su Cipro, giù finanziari, tiene energia

MILANO (Reuters) - Avvio di seduta all’insegna della cautela per le borse europee.

Operatori di borsa. REUTERS/Neil Hall

I timori su un possibile default di Cipro continuano a pesare sull’umore degli investitori. Ma i settori energetici contribuiscono a contenere i ribassi.

Citi ha pubblicato una nota in cui conferma un atteggiamento molto positivo riguardo all’azionario europeo, nonostante la crisi di Cipro.

Attorno alle 9,45 italiane, l’indice delle bluechip europee FTSEurofirst 300 cede lo 0,3% circa.

Per quanto riguarda le singole piazze, Londra arretra dello 0,3% circa, Francoforte perde lo 0,4% circa, Parigi scende dello 0,5% circa, Madrid è in ribasso dello 0,9% circa, Lisbona arretra dello 0,8% circa e Atene perde lo 0,9% circa.

Tra i titoli in evidenza:

* Energetici in rialzo, sostenuti da BP: il gruppo britannico ha lanciato un buyback azionario da 8 miliardi di dollari.

* Debole l’automotive, con le francesi RENAULT e PEUGEOT a guidare i ribassi.

* Banche in rosso, zavorrate dalle notizie che arrivano da Cipro.

* Sulla stessa linea gli assicurativi. DIRECT LINE in controtendenza: Morgan Stanley l’ha aggiunta alla sua most preferred list.

* Le società minerarie viaggiano in calo, così come le costruzioni, paniere, quest’ultimo, particolarmente appesantito da HOCHTIEF: il presidente della controllata australiana Leighton Holdings si è dimesso.

* Non sfugge alla regola del segno meno il paniere delle società chimiche, ma BRENNTAG canta fuori dal coro grazie alla decisione di Goldman Sachs di aggiungerla alla conviction buy list.

* La natura difensiva del business consente al food&beverage di galleggiare attorno alla parità. LINDT non beneficia della decisione di Berenberg di incrementarne il target price a 41 da 37,5 franchi svizzeri.

* Lo stoxx delle società finanziarie vede arrancare LSE, sebbene Rbc ne abbia migliorato l’obiettivo di prezzo a 150 da 130 pence.

* Positivo l’healthcare, altro business difensivo. ASTRAZENECA corre: Kepler ne ha alzato il target price a 2.700 da 2.600 pence.

* Giù il paniere delle conglomerate industriali. MAN cade dopo che VOLKSWAGEN ha comunicato i dettagli dell’accordo di acquisizione del controllo.

* Media deboli. DAILY MAIL risente della decisione di Liberium di tagliarne il rating a hold da buy.

* Utilities positive. FORTUM galoppa: Deutsche Bank ne ha incrementato il target price a 14 da 13 euro. E.ON tonica: Eike Batista ha confermato di essere in trattative per cedere all’utility tedesca una partecipazione nella brasiliana Mpx Energia.

* Lusso in linea con le borse. Fuori dal paniere, spicca il tracollo del brand britannico MULBERRY, che ha lanciato il secondo profit warning nell’arco di sei mesi. Ne risente, in particolare, BURBERRY. HERMES in rialzo: Kepler ne ha incrementato il rating a hold da reduce, JP Morgan ha alzato il target price a 196 da 190 euro.

* Sulla stessa lunghezza d’onda il retail, zavorrato da CARREFOUR.

* Tecnologici in lettera, penalizzati dai ricavi deludenti di Oracle. Spicca la flessione di ALCATEL-LUCENT.

* Tlc piatte. KPN pesante: la società olandese ha lanciato un bond ibrido da 600 milioni di dollari.

* Le società legate ai viaggi e al tempo libero vedono prevalere le flessioni. Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below