March 20, 2013 / 11:01 AM / 5 years ago

Greggio, Brent risale da minimi 3 mesi a 108 dlr/barile

LONDRA (Reuters) - Le quotazioni del greggio risalgono dai minimi di tre mesi a circa 108 dollari al barile stamani negli scambi europei, complici le speranze che gli Stati Uniti andranno avanti con il programma di stimolo e che l’Europa raggiungerà un accordo per salvare Cipro.

Intorno alle 12, il derivato sul Brent con scadenza maggio avanza di 67 centesimi a 108,11 dollari al barile dopo aver ritracciato di quasi il 2% al livello più basso degli ultimi 90 giorni ieri. Il greggio Usa con consegna aprile sale di 65 centesimi a 92,61 dollari.

“Chiaramente il mercato si aspetta che venga trovata una soluzione alternativa per Cipro”, commenta Carsten Fritsch, analista di Commerzbank. “Tuttavia, l’incertezza intorno a questa questione continuerà probabilmente a tenere in scacco i prezzi del greggio nel breve periodo”.

Le quotazioni ricevono sostegno dall’ultimo aggiornamento giunto dall’American Petroleum Institute (API) che mostra una flessione a sorpresa delle scorte negli Stati Uniti. Gli investitori cercheranno conferme di questo movimento nei numeri che verranno pubblicati dal governo oggi.

Sui grafici, il Brent incontra la prima resistenza a 108,50 dollari, secondo Olivier Jakob, analista di Petromatrix. I livelli di supporto da guardare oggi sono 107,50 e 107 dollari.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below