1 marzo 2013 / 09:54 / 5 anni fa

Mps avvia azioni legali contro Vigni, Mussari, Nomura, Deutsche Bank

di Stefano Bernabei

L'ex numero uno di Mps e Abi Giuseppe Mussari. REUTERS/Alessandro Bianchi

ROMA/SIENA (Reuters) - Il Monte dei Paschi di Siena ha avviato azioni di responsabilità e risarcitorie nei confronti dell‘ex-presidente Giuseppe Mussari, dell‘ex direttore generale Antonio Vigni e delle due banche, Nomura e Deutsche Bank, con cui aveva intrapreso rispettivamente le operazioni strutturate Alexandria e Santorini.

Lo dice una nota riferendo di una delibera del cda di ieri sera.

Deutsche Bank e Nomura non hanno voluto rilasciare commenti sull‘accaduto.

La banca non quantifica l‘ammontare del danno di cui chiede il risarcimento, ma una fonte che è vicina dossier ha detto a Reuters che «il calcolo credo sará fatto sulla base dei flussi di interesse pagati e ricevuti», anche se la quantificazione «è in corso di definizione».

Le due operazioni strutturate al centro di un‘inchiesta della magistratura di Siena, hanno causato perdite per 730 milioni di euro sul patrimonio della banca mentre in sede di redazione del bilancio 2012, verrà deciso come computare al conto economico la correzione contabile di queste operazioni.

In occasione dell‘assemblea del 25 gennaio scorso, la Fondazione, principale azionista con il 34,9% si era detta “determinata” ad eventuali azioni di responsabilità se ci fossero stati gli elementi utili a giustificarla.

Poco dopo le 15 il titolo in Borsa perde l‘1,42% a 0,2080.

La banca ha comunicato questa mattina, di aver promosso le azioni giudiziarie davanti a Tribunale Civile di Firenze.

In particolare “nei confronti dell‘ex presidente Avv. Giuseppe Mussari e dell‘ex Direttore Generale Antonio Vigni un‘azione di responsabilità sociale, e nei confronti di Nomura International Plc un‘azione di responsabilità extracontrattuale per concorso della stessa con i predetti esponenti della Banca, in relazione all‘operazione di ristrutturazione finanziaria concernente le notes Alexandria posta in essere nel luglio-ottobre 2009”.

Si tratta della ristrutturazione del prodotto Alexandria attraverso la costruzione di un parallelo contratto di pronti termine a lunga scadenza su Btp in cui nella sostanza veniva collegato l‘onere di cui si faceva carico Nomura per ristrutturare Alexandria con il repo sui Btp in cui Nomura prendeva il tasso fisso elevato dei titoli e restituiva quello, molto basso, variabile dell‘Euribor. Il collegamento tra le due transazioni è stato scoperto solo dopo l‘arrivo del nuovo management ed è oggetto dell‘indagine della procura di Siena e ha determinato la necessità di caricare la perdita della revisione sul bilancio della banca.

IL POSSIBILE AMMONTARE DEL DANNO

“Con tale azione viene chiesta la condanna in solido delle parti convenute al risarcimento dei danni subiti e subendi dalla Banca per effetto della contestata operazione”, spiega Mps nella nota dove non viene quantificato il danno di cui si chiede il risarcimento.

E’ stata poi avviata un‘altra azione di responsabilità sociale nei confronti dell‘ex direttore denerale Antonio Vigni “e nei confronti di Deutsche Bank AG un‘azione di responsabilità extracontrattuale” in relazione alle operazioni di Total Return Swap poste in essere nel dicembre 2008 con riferimento alla società veicolo Santorini Investment Ltd, cioè un derivato problematico che fu ristrutturato nel 2008 e che ha dato luogo ad una analoga correzione contabile e l‘appostamento della perdita a patrimonio.

Il cda ha detto che le delibere sulle azioni di responsabilità saranno discusse tra gli ordini del giorno dell‘assemblea per l‘approvazione del bilancio.

Tornando al possibile ammontare del danno, la fonte ha confermato che il riferimento è al flusso monetario collegato per quanto riguarda Alexandria ai long term repo con Nomura e mentre per quanto riguarda Santorini al total return swap fatto con Deutsche bank.

Cioè le due operazioni a cui fa riferimento oggi la banca nella nota e che erano state giá identificate dalla Banca d‘Italia in una ispezione del 2010 in cui osservava «l‘irrigidimento degli investimenti in titoli pubblici, il cui valore risulta assai cospicuo (circa 25 mld). In particolare la condizione di liquidità, caratterizzata da elevata volatilità dei saldi, risente soprattutto di due operazioni di repo strutturati su titoli di Stato effettuate rispettivamente con Deutsche Bank e Nomura per un valore nominale complessivo di circa 5 miliardi di euro».

Con questi pochi numeri certi e qualche ipotesi si può provare a stimare quanto è costato ogni anno a MPS tenere bloccati questi 5 miliardi incassando un irrisorio tasso variabile euribor, cedendo in cambio un più alto tasso fisso Btp, che per le lunghe scadenze dei titoli in questione è stimabile in un 4%.

Considerando che per finanziare il portafoglio di Btp la banca si approvvigiona in Bce con LTRO all‘1%, se non avesse fatto repo e swap avrebbe incassato un 3% netto che sui 5 miliardi danno 150 milioni. Invece incassa solo Euribor portando a casa solo 13 milioni, calcolati usando il dato della banca che ha detto che sul portafoglio totale di 25 miliardi ha incassato interessi per 65 milioni.

Il mancato guadagno annuo in interessi per queste due operazioni è quindi la differenza tra 150 milioni e 13 milioni: dal 2009 ogni anno e fino alla scadenza trentennale 137 milioni in meno.

Potrebbe essere dunque questa la base su cui calcolare il danno, che già ha comportato per la banca un aggravio patrimoniale.

Per quanti anni c‘è il danno lamentato? Nell‘ultima conference call la banca ha chiarito che questi repo e swap sui titoli sono ancora in essere, anche dopo averne corretto la rappresentazione contabile.

Andranno avanti fino al 2034 per Alexandria e fino al 2031 per Santorini, se non vengono rinegoziati.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below