12 febbraio 2013 / 17:23 / tra 5 anni

Pop Spoleto, Bankitalia commissaria banca, titolo -7,41%

MILANO (Reuters) - Banca Popolare di Spoleto finisce in amministrazione straordinaria per disposizione del ministero dell‘Economia e delle Finanze su proposta della Banca d‘Italia dopo l‘esito negativo dell‘ispezione avviata la scorsa estate.

Lo si legge in una nota dell‘istituto di credito, mentre il titolo, sospeso per buona parte della seduta in attesa del comunicato ha chiuso in calo del 7,41% a 2,298 euro.

“Il Ministro dell‘Economia e delle Finanze, con decreto dell‘8 febbraio 2013, ha disposto, su proposta della Banca d‘Italia, lo scioglimento degli organi con funzioni di amministrazione e controllo della Banca Popolare di Spoleto”, dice la nota che spiega: “La proposta è stata formulata a seguito delle negative risultanze degli accertamenti ispettivi condotti da questo Istituto”.

Con provvedimento dell‘8 febbraio Bankitalia ha nominato commissari straordinari Giovanni Boccolini, Gianluca Brancadoro e Nicola Stabile, mentre costituiranno il Comitato di sorveglianza Silvano Corbella, Giovanni Domenichini e Giuliana Scognamiglio.

Gli organi straordinari, insediatisi oggi, “adotteranno tutte le misure necessarie a garantire la regolarizzazione dell‘attività aziendale nonché la piena tutela dei diritti dei depositanti e dei creditori sociali”.

La clientela, sottolinea ancora la nota, “potrà quindi continuare a rivolgersi agli sportelli della banca, che prosegue regolarmente la propria attività”.

PRESSING BANKITALIA, OPA SFUMATA, INCERTEZZA SU QUOTA MPS

L‘ispezione della Banca d‘Italia era stata avviata lo scorso 16 luglio ma la Vigilanza da tempo teneva sotto stretto monitoraggio, con una precedente ispezione, l‘istituto spoletino finito anche sotto il mirino della Procura.

In attesa del completamento dell‘ispezione, la Banca d‘Italia lo scorso settembre aveva inoltre bloccato l‘operazione di aumento di capitale che il Cda voleva avviare per risollevare i deboli coefficienti patrimoniali.

A fine gennaio scorso si è poi concretizzata un‘offerta di una cordata di investitori istituzionali e imprenditori, in prevalenza umbri, guidata dall‘avvocato romano Francesco Carbonetti, disposta, attraverso la società veicolo Clitumnus, a rilevare il pacchetto di maggioranza e poi a lanciare un‘Opa sul capitale rimanente a 2,10 euro per azione.

La proposta sarebbe stata però respinta dalla Spoleto Crediti e Servizi (Scs), la holding, assistita da Banca IMI, che controlla il 51% circa del capitale della banca, presieduta da Giovannino Antonini e che non sembra intenzionata a perdere il controllo dell‘istituto.

La partita si intreccia inoltre con la vicenda che lega la banca al suo azionista di minoranza, Monte dei Paschi titolare del 26% di Pop Spoleto. Lo scorso fine luglio la banca senese aveva disdetto il patto di sindacato che la legava a Scs facendo scattare l‘obbligo da parte di quest‘ultima a rilevare la quota di Rocca Salimbeni, che possiede anche un pacchetto della stessa Scs, o di trovare un altro compratore.

Il termine è scaduto ieri dopo la diffida inviata da Mps a Scs ad ampiere ai propri obblighi.

Per i motivi del commissariamento bisognerà leggere il dispositivo emesso dal Ministero del Tesoro sulla base del rapporto della Banca d‘Italia.

Il comunicato di oggi fa riferimento all‘articolo 70, comma 1, lett. a) e b) del Testo Unico Bancario che parla di amministrazione straordinaria nei casi di “gravi irregolarità nell‘amministrazione, ovvero gravi violazioni delle disposizioni legislative, amministrative o statutarie che regolano l‘attività della banca” e quando sono previste “gravi perdite del patrimonio”.

“Nel caso di Pop Spoleto il tema non sembrerebbe tanto quello di squilibri patrimoniali, quanto quello delle irregolarità della gestione e conflitti nella governance”, sostiene una fonte finanziaria.

“La questione sull‘aumento di capitale appare in secondo piano rispetto alla governance, più stringente e di attualità”, ribadisce.

(Andrea Mandalà)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below