18 dicembre 2012 / 09:39 / 5 anni fa

Legge stabilità, nodo comuni blocca commissione. Aula alle 18,00

ROMA (Reuters) - Primi ritardi nella tabella di marcia della Legge di stabilità in Senato.

Il presidente russo Vladimir Putin. REUTERS/Francois Lenoir

L‘approdo in aula slitta alle 18,00 per dare tempo alla commissione di licenziare il disegno di legge, ha spiegato la presidente di turno Rosi Mauro.

A rallentare i lavori è il negoziato sulle risorse da destinare ai comuni. Per sbloccare i lavori, questa mattina è tornato in commissione il ministro dell‘Economia, Vittorio Grilli.

Ieri governo e partiti hanno trovato un‘intesa per destinare a comuni e province 1,25 miliardi. I sindaci si sono dichiarati insoddisfatti e hanno confermato l‘intenzione di dimettersi in massa se non si troverà una soluzione.

La manovra dovrebbe ottenere il via libera del Senato al più tardi domattina, per poi tornare a Montecitorio in terza lettura. Secondo fonti parlamentari, i deputati dovrebbero approvare la Legge di stabilità tra venerdì 21 e sabato 22 dicembre.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below