October 26, 2012 / 7:23 AM / 6 years ago

Borsa Milano chiude in lieve rialzo, giù Mediaset, bene Luxottica

MILANO (Reuters) - Dopo una mattinata all’insegna della debolezza, Piazza Affari recupera qualche posizione grazie ai dati incoraggianti sul Pil statunitense e archivia la seduta in moderato rialzo.

Un trader. REUTERS/Alex Domanski

Secondo i dati del Dipartimento del Commercio americano, il Pil Usa è cresciuto a un tasso annuo del 2% nel terzo trimestre, accelerando dal +1,3% dei tre mesi precedenti e superando le attese degli economisti sondati da Reuters, che convergevano su un aumento dell’1,9%.

La notizia non è però bastata a dare slancio a un azionario statunitense ancora deluso dai recenti risultati societari e gli indici di Wall Street si muovono tutti in territorio negativo.

Fanno leggermente meglio le borse europee, confortate dai segnali positivi arrivati nel pomeriggio dalla Spagna, che ha incassato apprezzamenti sui progressi del settore finanziario da parte del Fondo monetario internazionale, Commissione Ue e Bce.

L’indice FTSE MIB chiude in rialzo dello 0,36%, l’Allshare dello 0,38%. Volumi nel finale per un controvalore di poco inferiore a 1,5 miliardi di euro.

In Europa il benchmark FTSEurofirst avanza dello 0,2%.

* Nel pomeriggio a movimentare il mercato è arrivata la notizia della condanna di primo grado a quattro anni per frode fiscale nei confronti di Silvio Berlusconi nell’ambito del processo a Milano sui diritti tv MEDIASET. Il titolo del gruppo editoriale ha reagito con un deciso peggioramento chiudendo in calo del 3,1% con volumi ben sopra la media.

* Sul fronte opposto, LUXOTTICA guida il listino con un progresso del 2,6%, galvanizzata dai conti positivi del trimestre resi noti ieri a mercati chiusi.

* In luce anche MEDIOLANUM, su cui Kepler ha alzato il target price a 4,5 da 4 euro confermando il giudizio “buy”.

* In lettera LOTTOMATICA dopo il declassamento di Credite Suisse a ‘neutral’ da ‘outperform’. Ieri inoltre il Tesoro ha rivisto in negativo le prospettive per il 2013 e 2014 sul gettito da giochi, con un differenziale negativo rispettivamente di 1,2 miliardi e 590 milioni.

* Generalmente deboli i bancari, in sintonia con l’andamento delle controparti europee. La peggiore del paniere principale è POP MILANO, in calo di oltre il 2%, che risente dei timori che dalla verifica fiscale in corso da parte della Guardia di Finanza possano emergere alcuni rilievi negativi per l’istituto.

* Tra le mid cap brilla INDESIT con un balzo del 5,5% sulla scia dei risultati annunciati ieri, che hanno sorpreso in positivo molti analisti.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below