October 18, 2012 / 7:00 AM / 6 years ago

Unicredit, Ghizzoni esclude aumento capitale e scorporo banca italiana

Federico Ghizzoni, amministratore delegato di Unicredit. REUTERS/Paolo Bona

ROMA (Reuters) - l’Ad di Unicredit, Federico Ghizzoni, esclude che l’istituto abbia bisogno di un altro aumento di capitale e che sia in programma lo scorporo della banca italiana dalla holding.

“Falso. Siamo a oltre il 10% di core tier1 e tra le banche più capitalizzate d’Europa”, ha detto Ghizzoni in una intervista al Messaggero, rispondendo alla domanda se Unicredit abbia bisogno di un nuovo aumento di capitale oltre ai 10 miliardi già raccolti in due precedenti operazioni.

Quanto alla proposta del presidente dell’istituto, Giuseppe Vita, di scorporare la banca italiana dalla holding, Ghizzoni ha detto: “Per ora è un tema che non è in agenda”.

In merito alla credibilità dei manager di Mediobanca, di cui Unicredit è azionista di riferimento con l’8,6%, l’AD ha risposto che dipende dal piano che sarà presentato. “Se il piano che presenteranno verrà giudicato credibile vorrà dire che anche i manager verranno giudicati credibili”.

Ghizzoni ha infine ribadito che Unicredit difenderà Mediobanca qualora dovesse finire sotto attacco in Borsa. Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below